Sono un Short Sleeper?

Quando ho letto Il Post che cita un articolo del Wall Street Journal in cui si parla degli Short Sleeper, ho pensato: stanno parlando di me.

Quando ho letto Il Post che cita un articolo del Wall Street Journal in cui si parla degli Short Sleeper, ho pensato: stanno parlando di me.

Oggi il Wall Street Journal dedica un lungo articolo a una delle categorie di persone probabilmente più invidiate: quelli che dormono poco per natura. Non quelli che soffrono d’insonnia o non sanno godersi delle lunghe dormite, ma quelli che vivono benissimo anche dormendo solo quattro o cinque ore. Gli short sleeper, come li chiamano negli Stati Uniti.

Quando poi ho letto il profilo che gli studiosi fanno delle persone che dormono poco ho pensato: no, non stanno proprio parlando di me.

Il gruppo di scienziati coordinato dal dottor Fu ha notato che questi individui di solito hanno dei ritmi circadiani molto diversi da quelli della maggioranza delle persone e condividono una serie di caratteristiche molto affascinanti: sono spesso di buon umore, hanno un metabolismo molto veloce e quindi di solito sono molto magri e hanno una forte resistenza al dolore fisico e psichico.

Insomma, chi sono?

Luca

4 thoughts on “Sono un Short Sleeper?”

  1. no non mi convince la parte del perenne buonumore…
    chi sei è una bella domanda, e non vorrei far intervenire teorie kantiane varie che poi perdo la nomea di africana ignorante 😛

  2. probabilmente lo studioso non conosce noi short sleepers che abbiamo almeno qualche goccia di sangue toscano…

Comments are closed.