Al limite vi arrampicate con le mani

A corredo dell’orrido centro commerciale costruito a Siena qualche anno fa sta per essere aperta una scala mobile.
L’idea sarebbe anche buona, visto che collegherà la stazione ad una zona più vicina al centro di Siena.
C’è un piccolo neo.
I disabili non potranno usarla.

A corredo dell’orrido centro commerciale costruito a Siena qualche anno fa sta per essere aperta una scala mobile.
L’idea sarebbe anche buona, visto che collegherà la stazione ad una zona più vicina al centro di Siena.

C’è un piccolo neo.
I disabili non potranno usarla.
Che poi i disabili sarebbero anche quelli più interessati ad usarla, visto che li aiuterebbe a superare un dislivello notevole.

Il Presidente dell’Assocazione Paraplegici di Siena, candidato alle amministrative, ha giustamente fatto notare il problema.

Negli ultimi mesi dopo aver saputo che la risalita non era a norma abbiamo avuto come Consulta Disabili alcuni incontri con l’assessore Minuti il quale ci ha assicurato che in seguito verrà progettato un nuovo percorso che potrà essere usufruito anche dalle persone disabili.
Però, avendo potuto leggere in Circoscrizione il bilancio di spesa triennale del Comune, non ho trovato nessuno specifico finanziamento per detto progetto. Immagino quindi che dovremo aspettare diversi anni prima che sia realizzato.
Nel frattempo i disabili che vorranno andare alla stazione o viceversa salire verso via Cavour si dovranno accontentare dell’utilizzo dei taxi proposti dal comune, che però intanto ha abolito il rimborso della spesa per i taxi ai disabili senesi.

Sono cose che fanno vergona, nel 2011.

Luca

One thought on “Al limite vi arrampicate con le mani”

  1. Non per fare il pedante, ma Piccini con il progetto esecutivo della risalita della Stazione e di Fontebranda non c’entra nulla, a differenza di quanto si legge nell’articolo di Coradeschi che, per il resto, la dice lunga sulla pochezza e sull’arroganza di chi ci governa.

Comments are closed.