Aldilà delle retoriche

Ovviamente non è facile parlare dell’azienda nella quale si lavora.
Però per uno come me che sta sulla rete da quando internet esiste, Paolo Barberis e Dada non sono soltanto un giovane imprenditore ed un’azienda.
Sono il tentativo italiano più credibile e più riuscito di fare in Italia quello che ad altri è riuscito negli Stati Uniti.
Organizzarsi con alcuni amici, metter su una start up, farla crescere e renderla una realtà solida ed affidabile, passando da zero lire a 170 milioni di euro di fatturato all’anno.

Riuscire a farlo oltretutto a Firenze, non in California, ma nemmeno a Milano, è poi un merito del tutto particolare.

Quando venerdì in azienda abbiamo saputo che Paolo Barberis si era dimesso da Presidente di Dada è stato un momento malinconico per molti di noi.

Aldilà delle melensaggini e delle retoriche lette su Facebook.
Perché Paolo Barberis è una persona molto capace e per Dada la sua partenza è una pessima notizia.

Luca