A che gioco gioca Nichi

Vendola non è un cretino ed è un abile comunicatore, aiutato da gente che lo sa consigliare.
La sua candidatura di Rosy Bindi è stata fatta non per convinzione, ma per fare casino.
Magari perfino per bruciare una sua possibile concorrente.

Perché lo so che sembra impossibile e nessuno che capisca qualcosa di politica prenderebbe in considerazione la possibilità, ma Vendola è veramente convinto di poter guidare una coalizione di centro-sinistra e di vincere le elezioni.

La seconda opzione meno credibile era quella della Bindi e lui ha pensato di togliersi dalle calcagna i rivali che più insidiosi.

Lo so, è roba da pazzi.

Luca

19 thoughts on “A che gioco gioca Nichi”

  1. Non so se sia roba da pazzi, ma comunque è una tua illazione. Non è possibile ipotizzare che si in buona fede e che possa preferire la Bindi a Bersani?!

  2. Sono d’accordo con Silvia: questa ipotesi mi sembra a tutti gli effetti nient’altro che una dietrologia “de sinistra”. Di quelle che non portano da nessuna parte.

  3. E’ ovvio che sia una mia illazione, ma mi pare strano che Vendola rinunci a favore di qualcun altro, ora che ha il vento in poppa.
    E comunque la Bindi, il giorno dopo la caduta di Berlusconi, ha zero possibilità di vincere le elezioni. Zero. Non ho niente contro di lei, ma tento di essere realista.

  4. Ovvia, cento su cento no, ma proprio ZERO mi sembra troppo. E ti dirò, rispetto a tanti altri avrebbe anche i numeri per essere la nostra Merkel

  5. Io la Bindi la stimo da tempo, ma bisogna essere realisti.
    Al Nord la Bindi non prenderebbe un voto.

  6. Hai qualcosa (qualcuno) di meglio da proporre? Vendola è più carismatico, certo, ma in Italia potrebbe avere qualche problema (meridionale e omosessuale). Lei è donna e del centro, magari piace di più. Per me pari sono… e poi che significa essere realisti? Ma che ne sai per chi voterebbe la “gente”? Per Bersani- D’Alema?! Boh… perdere per perdere io me la tenterei.

  7. Si fa per dire, che vuoi che ne sappia chi potrebbe votare la gente?
    Se qualcuno lo sapesse, lo candiderebbero.
    Non credo sia la Bindi, tanto meno Vendola.

  8. Si si, stai a vedere che ora tutti a votare la Bindi.
    No, perché è pochino che è in parlamento, ancora non la conoscevamo.

  9. parlo da “nordico” e non propriamente di sinistra, ma che è circondato da amici che votano PD. Secondo me le “illazioni” di Luca sono verosimili proprio qui al nord: al di fuori degli “allineati e coperti” (ossia quelli che vanno a votare alle primarie il candidato ufficiale – che anche a milano si stanno notevolmente riducendo, come dimostra la candidatura Boeri) gli unici due del PD che convincono sono proprio Rosi Bindi e Vendola. Questo anche per creare un po’ di scompiglio tra i commentatori… (si scherza, ovviamente…)

  10. Ma vi rendete conto o no che la Bindi, al di fuori del recinto del PD, risulta di una antipatia unica? Si fa presto a dire cattolica, ma da molti è percepita come una di Rifondazione Comunista: non ha la ben che minima chance. Questo è il modo migliore per far governare Silvio per altri dieci anni, fino a quando gli reggerà la pompetta

  11. Marco lo penso anch’io. Che sia lui o un altro, ma una persona con quelle caratteristiche.

  12. Nel PD Renzi si è già fatto terra bruciata attorno, senza un partito alle spalle andrà poco lontano….

  13. …ma non potevano prendere il dna di berlinguer per clonarlo?????
    .azz. ho dato un ‘idea a Silvio!!

Comments are closed.