Per pietà

E’ tornato a circolare in questi giorni il celeberrimo video che alcuni anni fa tante soddisfazioni ci regalò.
Nella cache di google si ritrovano tracce dell’iniziativa.

Non dico niente, che mi sembrerebbe di sparare sulla croce rossa.
Quoto quello che scrive Linus, uno non schierato e che di comunicazione qualcosina ne sa.

Il commento estetico, etico e politico lo lascio a voi, non mi interessa. Ma quando ho visto questa cosa ho pensato: ma questi a chi si affidano, di chi si circondano? Perché qualcuno l’avrà anche scritta e ideata questa caricatura. Apicella al confronto è Bob Dylan e Pupo e il Principe sono Simon & Garfunkel. Parlo in termini di pura comunicazione, che è un pochino il mio mestiere. Capisco se lo avesse inciso il consiglio comunale di un piccolo paese dell’ultima delle nostre regioni. Ma in mezzo a tanti di cui non riconosco il volto c’è anche gente con un ruolo di primo piano. Non si può cadere così in basso, non c’è nessuna giustificazione a tanta pochezza. Capirei se fosse una goliardata, un video dedicato al compleanno di un amico, ma su un tema così alto non si può cadere così in basso.

La cialtroneria nella forma fa capire quanto la sostanza fosse a cuore dei personaggi che si prestarono a questa cosa.

Luca

7 thoughts on “Per pietà”

  1. Lucacicca: il tuo è un classico caso di accanimento terapeutico….
    Per quanto mi riguarda, da “insider”, mi ricordo che la cosa ci piombò dall’alto senza preavviso e il primo pensiero fu: “quanti soldi buttati…”. Peccato, perchè la causa era buona ma alla fine credo che i dvd che ci mandarono da vendere li comprammo solo noi poveretti del cav…

  2. io per esempio non lo conoscevo, mi ci sono imbattuta stamani, e mi e` stato fatto notare in un secondo momento che era di due anni fa…. …. attualissimo per quanto bassissimo.
    A proposito di bassezze e strumentalizzazioni: il sottosegretario al welfare, Roccella, pare abbia indetto la Giornata Nazionale per gli Stati Vegetativi… pensare alle nuove malattie sociali, sconosciute ai piu` ma che colpiscono tantissimi? noooo massieee.

  3. @eleonora: si però a volte sembra che ogni volta che si va a parlare di certe cose il torto sia solo da una parte e la ragione da un’altra. Per una volta tanto: e lassali fa’…!!!
    😉

  4. Ovviamente, come si poteva prevedere, Linus è stato massacrato da quelli che amano tanto la vita, ma pochissimo il prossimo e lo hanno etichettato come Dottor Morte e roba del genere.
    Ecco perché definisco certe persone e certe associazioni “integraliste”, perché vivono in modo integrale la loro idea, tentando di imporla agli altri.

  5. @lucacicca: su 60 commenti ne ho trovati un paio completamente fuori luogo, altri che hanno frainteso il post di Linus ma lo dicono in maniera soft e la stragrande maggioranza che pigliano per il culo i politici canterini e approfittano per dire altro. Non mi sembra proprio un massacro….ti assicuro che c’è di peggio…

Comments are closed.