Non arriverà nessuno a salvarci

Anche al Post si sono rassegnati all’idea del governo tecnico:

Poche cose sono deprimenti e demotivanti come la prospettiva di un “governo tecnico”: la serata televisiva del sabato, forse, o il brodino dell’ospedale. Ma bisogna farsene una ragione: in ospedale a volte ci si finisce. Non c’è luce in fondo al tunnel, e se c’è è l’autogrill di Roncobilaccio. Non arriverà nessuno a salvarci, non nelle prossime ore, non nei prossimi giorni, non nei prossimi mesi. Perché arrivi qualcuno nei prossimi anni bisogna lavorarci ora, trovando nel proprio lavoro gli stimoli e le motivazioni, e salvare il salvabile. Che le forze politiche equilibrate e di buona volontà, se ci sono, si accordino per licenziare questo governo e creare un esecutivo che non solo riscriva la legge elettorale, ma affronti anche le altre priorità di una ricostruzione. Che non ci mandi a votare tra tre mesi (per carità, voi ne avreste voglia?), ma nemmeno tra tre anni.[…]

Bleah, già. Avevamo sognato altro, per il nostro futuro. Ma sarà meglio di tutto questo – a meno che non vogliamo dimostrare che alla fine è questo quello che vogliamo – e un primo passo. Sul seguito, facciamo tutti la nostra parte.

Luca

One thought on “Non arriverà nessuno a salvarci”

  1. Sì, è comunque un primo passo, un cambiamento che dobbiamo saper cogliere. Da cosa nasce cosa. O almeno, di solito è così.

Comments are closed.