Due cose degne di nota

Nel dibattito di oggi pomeriggio alla Camera ci sono stati due momenti che, secondo me, sono degni di essere ricordati.

Il primo è la dichiarazione di astensione fatta da Chiara Moroni con la quale, tra l’altro, ha segnalato il suo passaggio dal PDL a Futuro e Libertà di Fini.
Il padre di Chiara Moroni, deputato socialista, in piena Tangentopoli si uccise dopo essere stato raggiunto da due avvisi di garanzia.
La Moroni ha spiegato che non ci si può nascondere dietro il paravento del garantismo per farlo diventare giustificazionismo.

Il secondo momento importante è stato quello della standing ovation tributata dai deputati del centro-destra a Berlusconi.
Un cosa imbarazzante e di cui i politici e gli elettori del centro-destra più avveduti si dovrebbero vergognare.

Tutto il resto è stato caciara e la dimostrazione che questo governo, in ogni caso, ha i mesi contati.

A seguire, i video dei due momenti.

Luca