Aisha

aisha

Aisha, una ragazza afghana di 18 anni, non ne poteva più delle percosse del marito e del maltrattamento dei suoi suoceri, che la trattavano come una schiava. Un giorno decise di farsi coraggio e cercò di fuggire di casa, ma fu rapidamente rintracciata dai familiari e condannata da un irremovibile comandante dei talebani. Mentre il cognato le teneva fermo il capo, il marito estrasse un coltello per asportarle naso e orecchie.

Il Time, settimanale americano, ha pubblicato questa settimana un copertina dal forte impatto ed Il Post ci racconta la sua storia e perché sia stato deciso di mettere la sua foto in copertina.

In tanti rimaniamo convinti di quanto sia stato sbagliato andare a fare la guerra in Aghanistan.
Il Time racconta che il ritiro della NATO lascerebbe il paese in mano ai Taleban e probabilmente peggiorerebbe la situazione dei diritti umani della popolazione, in particolar modo di quella femminile.

Purtroppo la realtà e sempre più complicata di come vorremmo e le decisioni non sono mai giuste in assoluto e per tutti.
Aisha sta lì a ricordarcelo.

Luca