Impedimenti e Lodi

Pare che per una volta in vita sua Carlo Taormina abbia detto la verità.
Due mesi fa previde che il processo breve era un bluff per arrivare al Lodo Alfano Bis e che i processi di Berlusconi sarebbero stati fermati grazie al Legittimo Impedimento.

Vede, la legge sul legittimo impedimento è palesemente incostituzionale, e quindi la Consulta la boccerà. Però intanto resterà in vigore per almeno un anno e mezzo: appunto fino alla bocciatura della Corte Costituzionale. E Berlusconi nel frattempo farà passare il Lodo Alfano bis, come legge costituzionale, quindi intoccabile dalla Consulta.

Forse val la pena giocarsi le carte in parlamento, piuttosto che indire referendum inutili.
La battaglia va fatta sul Lodo Alfano Bis, non sul legittimo impedimento.
Il risultato del referendum lo avremmo a Lodo approvato e quindi sarebbe inutile.
A meno che non vogliamo fargli fare la fine dei referendum di Beppe Grillo, organizzati quando già si sapeva che non si sarebbero potuti celebrare.

La scappatoia del Legittimo Impedimento è stata un’idea di Casini che ovviamente voterà a favore del Lodo Alfano Bis.
Così, tanto per precisare la situazione.

Luca

Per il blog de iMille

2 thoughts on “Impedimenti e Lodi”

Comments are closed.