Rabbrividiamo

Le facce basite degli ospiti in studio di fronte a Stark che legge gli aforismi di Spinoza.it esemplificano meglio di qualsiasi cosa la differenza che c’è oggi tra il mondo della rete e quello della TV.

La gente in rete si piega dal ridere leggendo Spinoza.

Il paese reale non è quello della rete.
Non ancora.

Luca

2 thoughts on “Rabbrividiamo”

  1. E’ un’analisi un filino semplicistica, però. Non è la prima volta che Spinoza viene recitato dal vivo, e ti assicuro che l’effetto è ben diverso: Il contesto televisivo è straniante per tanti motivi (il pubblico era numericamente scarso e tutt’altro che coinvolto, specie dopo tre ore di diretta). Così come leggere è diverso da ascoltare: cambiano proprio i tempi dell’umorismo.

  2. @stark
    Si si, vero.
    Io mi riferivo sopratutto alla faccia degli “opinionisti” presenti.
    Lo abbiamo notato in parecchi.
    Non è un problema recitativo, secondo me; tu sei stato anche bravo.
    E’ proprio l’ambiente ad essere “ostile”.

    A me fate ridere sia che vi legga, sia che vi ascolti.

Comments are closed.