Svelato il mistero dello stacchetto di Sanremo

Lo stacchetto di Sanremo in cui la Clerici balla (o qualcosa del genere) era sembrato a tutti gli impallinati dei Sigur Rós molto simile ad un pezzo del gruppo islandese.

Il maestro Marco Sabiu ha confermato a Rockol che non è un plagio, ma è proprio una sua rivistazione di Hoppípolla, uno dei pezzi più famosi dei Sigur Rós.

Non è un plagio, ma è proprio ‘Hoppipolla’. Volevamo portare un po’ di musica diversa sul palco. Abbiamo preparato anche uno stacco dei Blur, uno preso canzone dell’ultimo disco dei Metallica, ‘Death Magnetic’ e una di Bowie, ‘Let’s dance’, ma non siamo ancora riusciti ad usare tutto.

Devo dire che a me l’arrangiamento orchestrale non piace per niete.
Molto molto meglio l’originale.

Luca

One thought on “Svelato il mistero dello stacchetto di Sanremo”

  1. In realtà il brano è tale e quale, anche nell’arrangiamento. Manca solo il lento arpeggio di pianoforte. Ascoltando a partire dal minuto 2:24 si sente lo stacchetto di Sanremo.

Comments are closed.