Il patetico imbroccatore

Nel bus non ci sono soltanto persone che non ti permettono di sedere, ma ci sono anche quelle che fanno finta di non trovare posto.

In realtà la persona è una e la tengo d’occhio da quasi due anni.
Gironzola intorno alla stazione fino a poco prima che l’autista chiuda le porte.
Sale in modo trafelato, nonostante non abbia corso affatto.
Ha cinquant’anni, ben vestito, gradevole.

Inizia ad andare in su ed in giù lungo il corridoio centrale.
Non ci sarebbe bisogno, perché ci sono tanti posti vuoti.
Ma lui ha un obiettivo preciso ed io so qual’è.

Nella sua mente elabora la classifica delle donne che sono presenti nel bus.
Ad ognuna dà un voto.
Quindi si dirige verso la prima in classifica e le chiede di mettersi a sedere accanto a lei.
Inventa scuse, prova ad intavolare una conversazione, insomma rompe le balle alle donne.

Una sola volta una ragazza le ha rifiutato il posto.

Tutte le volte la stessa scena pietosa, lo stesso rituale.

E la soddisfazione di vedere la sua faccia quando salendo vede me, tre signori della sua età ed il controllore che gli chiede il biglietto.

Luca

2 thoughts on “Il patetico imbroccatore”

  1. Sono stata anche io pendolare sullo stesso bus. E’ vero!So esattamente di chi parli! 🙂 Complimenti per la cura con cui hai descritto il personaggio!

Comments are closed.