Radio Radicale

Non sto a spiegarvi perché il parlamento dovrebbe rinnovare la convenzione con Radio Radicale.
Sono un suo ascoltatore e soprattutto un fruitore del suo sterminato archivio digitale.

Aldilà di come la pensiate, Radio Radicale fa un servizio incredibile.
I pochi euro che servono per mandarla avanti se li merita tutti.

Vi ripropongo l’appello.

Ciao,

ho firmato l’appello per il rinnovo della convenzione con Radio Radicale per la trasmissione delle sedute del Parlamento, servizio pubblico che Radio Radicale svolge da 33 anni con unanimi riconoscimenti di qualità e correttezza.
Se nella finanziaria in corso di approvazione non verrà previsto il rinnovo, si corre il rischio di impedirle di continuare a vivere e svolgere questa funzione, proprio nell’attuale contesto della comunicazione e della democrazia in Italia!

Ti invito a firmare l’appello a questo link.

Se vuoi saperne di più su Radio Radicale, il servizio che svolge, e il tipo di finanziamento pubblico che riceve, puoi trovare tutte le informazioni qui.

Poi fate un po’ come vi pare.

Luca

5 thoughts on “Radio Radicale”

  1. Non firmo neanche sotto tortura…. il servizio che fa radio radicale se è di interesse pubblico deve essere svolto dalla radio pubblica. Per fare un’analogia, non possiamo scandalizzarci se un privato chiede soldi allo stato per gestire una scuola (che svolge un servizio pubblico) e poi dare i soldi del contribuiente ad una radio privata (di partito!!!!) per svolgere un servizio che dovrebbe essere svolto dallo stato direttamente.
    Di dare i miei soldi , come contribuente, a una radio tra l’altro faziosa e anticlericale non ci penso neanche.

  2. Libero di pensarla come vuoi.
    Se chiude Radio Radicale nessuno prenderà il suo posto.
    E’ illusorio pensare che lo stato si sobbarcherebbe quel servizio.

    Io poi mica mi scandalizzo per i soldi che lo stato dà alle scuole privare o ai giornali.

    Radio Radicale fa propaganda di partito per una parte delle sue trasmissioni, ma trasmette e rende disponibili sul sito anche le registrazioni di dibattiti ed incontri di chiunque, oltre a trasmettere i congressi di partito e roba così.

  3. bene! ti interessa quella che fa radio radicale? iscriviti, paga l’abbonamento e goditela!
    but not with my money….
    scusa l’animosità, ma sono stufo di questa pantomima per cui ogni tot anni si apre la sottoscrizione per salvare il partito radicale, poi la radio, poi di nuovo il partito, poi di nuovo la radio. E che diamine! se poi alla fine pesano lo 0.000001% dell’elettorato non è mica colpa mia!

  4. La questione della Radio è un po’ diversa.
    Fanno un servizio che la RAI non può fare.

    Poi possiamo cancellare tutto e farne a meno.
    Per quello che gli frega alla gente di quel che succede in parlamento…

  5. ..peraltro Luca, ci sono altri mezzi di informazione che prendono ricchi contributi statali e senza nessun tipo di convenzione/obbligo. Perché allora non negare tutte le sovvenzioni?

Comments are closed.