Prostate

Scopro che a Di Pietro vengono i tumori alla prostata fuori dalla prostata.

«A un certo punto, l’urologo che mi sta­va facendo l’ecografia mi ha detto: ‘Caro Di Pietro, in effetti qui c’è una massa, tra la vescica e la prostata.

Tonino ci tiene a farci sapere che la prima trombata del dopo operazione è andata bene.
Tanto per non essere da meno di Papi:

Ma io non mi vergo­gno. Anche perché ho già fatto la prova del nove….
Cioè, scusi?
Ci siamo capiti benissimo
E com’è andata, la prova del nove?
E’ riuscita

A voler essere cattivi verrebbe da pensare che sia tutta una trovata di qualche consulente.

Il teatrino della politica.

Luca

Via | Massimo Mantellini

3 thoughts on “Prostate”

  1. Massimo Mantellini spiega meglio di me la castroneria detta da Di Pietro:

    Sinteticamente per quello che si puo’ capire dal pezzo: il tumore benigno della prostata non esiste. O meglio esiste ed e’ la normale ipertrofia prostatica che io e Sofri abbiamo iniziato ad avere gia’ da un po’. Di piu’: la IPB non puo’ essere “fra vescica e prostata” visto che e’ una patologia della parte piu’ centrale della prostata (mentre i carcinomi vengono solo nella parte piu’ periferica). La IPB in genere si opera quasi solo per via endoscopica riducendo un po’ la compressione della ghiandola centrale attorno all’uretra. Se Di Pietro aveva una lesione dove dice lui o era un carcinoma o qualcosa d’altro di molto piu’ raro (per esempio qualcosa alle vescichette seminali che stanno da quelle parti). In ogni caso nulla che abbia a che fare con l’impotenza post chirurgica. Inoltre come e’ ovvio “un tumore benigno preso in tempo” e’ una frase senza alcun senso.

  2. tonino con l’ipertrofia prostatica a confronto con, chessò, un qualunque franceschini, fa la figura dello stallone

Comments are closed.