Come è messa l’industria musicale

Oggi è uscito il nuovo disco di Samuele Bersani.
Hanno fatto un sito dedicato, bello, ma assolutamente scomodo da navigare.

Nel dubbio che a qualcuno venisse voglia di comprarlo, non hanno messo nemmeno un riferimento ad un negozio online nel quale sia possibile comprare il CD.
Soltanto milioni di link ad iTunes dove tra l’altro viene offerto un brano non presente sul CD che da solo potrebbe invece valere l’intero costo dell’album.
Il brano in questione è “Il Bombarolo” di De Andrè che Bersani canta con Stefano Bollani al piano.

La gente i dischi non li compra più e va bene, ma forse varrebbe la pena provare a promuoverli.

Poi andrebbe fatta anche tutta una discussione sul perché tutti indichino sempre come unico negozio online iTunes, come se non ce ne fossero altri.
Ma qui entriamo nel conflitto di interessi.

Luca

2 thoughts on “Come è messa l’industria musicale”

  1. Ho letto di queste sue parole, di quel che pensa dell’Italia, di Bologna, della società…mica sbaglia!….Samuele è un artista capace di parlare di società e poesia con la stessa intensità e leggerezza, trasformale immagini e le sensazioni intorno a lui in musica….dopo “un periodo pieno di sorprese” scaricato da i-tunes, adesso tocca all’album, sarà sicuramente meraviglioso! Vorrei ascoltare Bombarolo…sarà sicuramente all’altezza del grande Fabrizio De Andrè!

  2. Pingback: Stefano Bollani

Comments are closed.