Morire

folgore

Sono fermamente convinto che sia stata una follia andare in Afghanistan e sia idiota non avere il coraggio di venire via.
Lo sono ancora di più oggi dopo questo attacco agli italiani.
Fa ancora più impressione pensare che quei soldati prima di partire alloggiavano davanti ai giardini dove porto i miei figli a giocare.
Perché a Siena c’è questa dicotomia strana, con la piscina comunale e i giardini proprio davanti alla caserma della Folgore.

E ti viene da pensare al telefono che squilla, agli urli, alla disperazione.
Basta, finiamola con questa cretinata di voler piegare il mondo.
Veniamo via.

Luca

5 thoughts on “Morire”

  1. Mentre venivo a lavoro ho sentito un intervento di Gino Strada alla trasmissione radiofonica “Gli spostati” su radio2. Purtroppo l’ho beccato solo all’inizio, ma mi è bastato per confermare quanto già sappiamo: che la è un macello in cui i talebani si stanno rinforzando ansi che no.

  2. Purtroppo la storia non insegna nulla. L’Afghanistan è un paese indomito. Solo l’arroganza russa dei tempi di Breznev e l’idiozia colonialista di Bush hanno potuto partorire l’assurda idea di andare e conquistare. Se già la guerra di per sè è assurda, questa… lo è al quadrato.
    Se invece che una massa di pavidi al parlamento avessimo gente capace delle proprie idee, probabilmente non ci sarebbero state vittime italiane laggiù, e forse anche meno vittime europee (perchè non cominciava la gara al massacro a far vedere “chi è più bravo davanti a mamma USA”).

Comments are closed.