Le ore del dolore e la lucidità

Non datemi dello sciacallo, perché non lo merito.
Antonio Socci sta vivendo un momento drammatico.
Sua figlia, di 24 anni, è in coma all’ospedale.

Ne parlo perché lui ne scrive quotidianamente nel suo blog e quindi mi sento autorizzato a commentare quello che scrive:

In breve: in mattinata mi telefona Marija Pavlovic (una dei sei veggenti di Medjugorje), nostra grande amica che già da giorni prega per Caterina, e mi dice che – per una serie di circostanze – può venire a Firenze e vorrebbe far visita a Cate proprio nell’ora della quotidiana apparizione.

E’ arrivata, abbiamo partecipato alla messa e poi è andata da mia figlia con mia moglie, mentre noi, con gli amici di Cate, recitavamo il rosario fuori. La Madonna è venuta, stava in cima al letto, dietro la testa di Caterina. L’ha benedetta e ha benedetto Alessandra e Marija che ha chiesto il miracolo della guarigione per Caterina.

La Madonna ha ascoltato e ha iniziato a pregare. Ci ha fatto capire col suo gesto che bisogna affidarsi totalmente a Lei e pregare ancora. E noi instancabilmente continuiamo…

Io alla Madonna che si mette in cima al letto come Eta Beta proprio non riesco a crederci.
Prima o poi bisognerà che la Chiesa faccia chiarezza su questa bufala chiamata Medjugorje.

Ecco. L’ho detto.
Senza cattiveria, ma queste sono cose che ci riportano alla superstizione.
La Madonna che manda dispacci quotidiani da pubblicare e da leggere in radio è una cosa che ci offende.
La religione cattolica è un’altra cosa.
Bisogna avere il coraggio di dircelo.

Vero?

Luca

18 thoughts on “Le ore del dolore e la lucidità”

  1. Caro Luca, scrivo di getto. Hai fatto male a scrivere questo post. Il tuo esempio di “lucidità” è sbagliato nei tempi, come minimo. Parla di Berlusconi e lascia stare la Madonna e i padri addolorati, almeno ora.

  2. Prima di parlare di “bufala” bisognerebbe conoscere TUTTA la storia da vicino, per il resto concordo con Paolo.

  3. Non voglio entrare nel fatto privato di Socci, a cui va la mia solidarietà.
    Commento una cosa scritta da lui in un blog che chiunque può leggere.
    Come se avesse detto implicitamente: non voglio che la mia storia sia privata, ma voglio condividerla con chiunque.
    Per questo dico la mia.
    E la dico perché la storia di Socci sta suscitando tanta solidarietà, ma sta anche rinfocolando certe forme devozionali che io non capisco.

    Io a queste apparizioni quotidiane non credo.
    Non credo perché sono uno scettico che tende a diffidare delle cose.
    Sono 20 anni che sentiamo parlare di Medjugorje, delle foto con il sole strano e di tutto il campionario di fenomeni paranormali che vanno bene per Voiager, ma che per me hanno poco a che fare con la fede.

    Sono 20 anni che subiamo questa storia di Medjugorje, permettemi di dissentire.
    Che poi è la Chiesa stessa ad avere i dubbi maggiori, a partire dai Vescovi che in questi anni si sono alternati nella Diocesi di Mostar-Duvno.

    Persone come Socci hanno tutto un seguito di persone che prende per oro colato quello che dice.
    Penso si possa discutere delle sue parole, no?

  4. quello che mi chiedo io è: nella remota eventualità che sia TUTTO (le apparizioni di Medjugorje e sopra il letto della figlia di Socci) falso, la Fede nella Madonna vacillerebbe (in coloro che ce l’hanno)?

  5. @demadoc: purtroppo sì. Se Nostro Signore si facesse vedere sempre, le chiese sarebbero piene. Ma sta proprio lì la bellezza della fede e del libero arbitrio: dico bene?

  6. @demadoc
    non stiamo parlando di dogmi e per quanto mi riguarda la mia fede non è basata affatto su questi fatti non ordinari (veri, presunti o falsi).

    @lucacicca
    Padre Pio, solo per fare un esempio fra i tanti che hanno caratterizzato la storia della Chiesa, è stato perseguitato a più riprese per decine di anni dentro la Chiesa stessa. Poi sappiamo come è andata a finire.
    Non è detto che lo stesso accadrà per Medjugorie, in ogni caso il tempo darà le sue risposte.
    Ho letto il blog di Socci (non sono mai stato un suo fan) per la prima volta da quando ho saputo di sua figlia Caterina. Ho preso atto di quanto ha scritto. Stop.
    Personalmente, visto che di mezzo c’è il dolore per un figlio che sta male, avrei evitato di ridicolizzare pubblicamente la sua storia IMHO

  7. @luca: la mia posizione su Medjiugorie è di scetticismo attento (nel senso che non ci credo fino a prova contraria), e alcune questioni riguardo alle veggenti mi lasciano perplesse (ma preferisco casomai parlarne in privato per evitare querele e inutili derive dal tema). Mi hai fatto venire in mente mio nonno materno che – mentre la Chiesa dibatteva sui miracoli di Lourdes – diceva “se sia vero o no ce lo diranno… ma la nostra fede deve andare ben oltre…” Penso anche – e non vorrei mancare di rispetto – che se la fede di qualcuno dovesse vacillare potrebbe essere anche colpa di noialtri che non sappiamo dare loro i necessari sostegni per una fede più adulta.

  8. yetiste :
    Mi hai fatto venire in mente mio nonno materno che – mentre la Chiesa dibatteva sui miracoli di Lourdes – diceva “se sia vero o no ce lo diranno… ma la nostra fede deve andare ben oltre…” Penso anche – e non vorrei mancare di rispetto – che se la fede di qualcuno dovesse vacillare potrebbe essere anche colpa di noialtri che non sappiamo dare loro i necessari sostegni per una fede più adulta.

    sono d’accordo in pieno con yetiste…e non so se la cosa mi piace…spetta 5 minuti che trovo un modo di contestarti! 😀

  9. Scusate, torno sull’argomento dopo alcuni giorni di stop.
    @lucacicca: nessuno vuol negare la possibilità di discutere di queste cose. Per cui mi sembra un po’ esagerato che tu scriva: “E’ che di certe cose sembra che non se ne possa discutere.”
    Personalmente mi limitavo ad osservare che non era il momento adatto per farlo, considerato il link alla vicenda di Socci.
    Semmai sarebbe il caso di osservare che è difficile discutere con uno che esordisce nella discussione dicendo “Prima o poi bisognerà che la Chiesa faccia chiarezza su questa bufala chiamata Medjugorje.”. Non mi sembra un grando invito alla discussione e al dibatitto…

    Detto ciò, io non ho una posizione sulle apparizioni di Medjugorje. Mi limito ad osservare due cose oggettive: la storia della Chiesa è piena di miracoli e apparazioni “ufficiali” ben più “strani” e a volte più bizzarri di ciò che si narra su Medjugorje. Secondo, conosco molta gente che è partita scettica o non credente per Medjugorje ed è tornata convertita, con un vero cambiamento di cuore. E questo non è poco, riconoscimento o non riconoscimento ufficiale.

  10. @P Delprà
    Tornassi indietro non riscriverei la cosa su Socci.
    Ovviamente non volevo parlare di lui e della sua vicenda, ma di Medjugorje.
    Non voglio essere frainteso.
    Quindi meglio lasciar perdere la questione.
    Butto là soltanto una provocazione.
    Se la Chiesa dovesse esprimersi ufficialmente contro le apparizioni di Medjugorje, chi è che lo va a spiegare a tutti i sacerdoti che leggono i messaggi della Madonna durante le omelie?
    E soprattutto chi lo va a spiegare a Padre Livio di Radio Maria ed alle tantissime persone che lo ascoltano ogni giorno?

  11. Mi aspetto che obbediscano. Tutto qui… i singoli fedeli poi si determineranno in base al loro “foro interno” come da sempre la Chiesa insegna.

Comments are closed.