Giuro che ora gli compro il disco

Ieri a pranzo stavamo mangiando con in sottofondo la simpatica voce di Simone Ventura.
Ospiti del suo programma i Muse.
Cavolo. Uno dei gruppi del momento.
Vai a sapere quanto li hanno pagati.

Non sono un fan, anche se non li disdegno.
Li guardo e mi sembra che ci sia qualcosa di strano.
Il batterista mi sembrava che suonasse la chitarra.
Va beh, sicuramente mi sbaglio.

Oggi ho avuto la conferma dei miei sospetti da Akille:

…approfittando del playback, il gruppo si sta esibendo con i ruoli invertiti: il cantante finge di suonare la batteria, il batterista canta e suona la chitarra, il bassista sta alla tastiera.
Al termine dell’esibizione Simona Ventura punta senza dubbio alcuno quello che individua come leader (il batterista-cantante improvvisato) e gli pone una serie di domande, riguardanti per lo più il cantante, che viene indicato sempre come the drummer (a un certo punto, dalla Ventura, “il drammer”).

Mi pareva ci fosse qualcosa che non andasse.
Geni del male.

Luca