A morte!

Siamo un popolo di persone paraculo e sempre pronte a fare le moralizzatrici della vita degli altri.
Ovviamente tutti i benpensanti e tutti gli italiani senza macchia e senza peccato oggi vorrebbero che Boffo subisse chissà quali reprimende.
Ho una malcelata e sincera antipatia per Boffo, il direttore di Avvenire che definì assassino Beppino Englaro quando Eluana non era ancora nemmeno stata sepolta, ma quando una persona viene attaccata da tutti per me passa automaticamente allo stato di simpatica.

Quindi provo a difenderlo prima che venga messo in croce per essere un molestatore.
Leggendo tra le righe dei giornali, emerge in modo piuttosto celato una notizia.
Forse Boffo non molestò nessuno, ma coprì qualcun altro (un ragazzo) che usò il suo cellulare per molestare la moglie dell’ex-amante.
Insomma alla fine potrebbe essere quasi un benefattore.

Ecco, poi magari non sarà così, ma val la pena lasciar cadere quella pietra che tenete in mano.

Luca

9 thoughts on “A morte!”

  1. in totale accordo con te (anche sulle malcelate antipatie per Avvenire, benchè per motivazioni leggermente diverse).

    chissà a quale famoso architetto commissioneranno di progettare la nuova gogna ergonomica…

  2. Anche di fronte ad una palese bugia, tra l’altro detta sulla pelle di una persona che non può più difendersi, bugia alla quale i magistrati di Terni non hanno per nulla creduto, ti ostini a difendere l’indifendibile. Quando applicherai una piccola parte di questo ipergarantismo cattocomunista ed ipocrita anche ad altri? Ma smettila “Travaglio dei poveri”!

  3. Tovarish: ma ipergarantismo de’ chè????? Boffo non ha debiti verso la giustizia, qualsiasi cosa abbia fatto o meno. Berlusconi si è creato numerose leggi per non scontare nulla, lui e i suoi amici. per favore, apri gli occhi e scendi dalla giostra, possibilmente senza offendere più….

  4. P Delprà :
    Tovarish: ma ipergarantismo de’ chè????? Boffo non ha debiti verso la giustizia, qualsiasi cosa abbia fatto o meno. Berlusconi si è creato numerose leggi per non scontare nulla, lui e i suoi amici. per favore, apri gli occhi e scendi dalla giostra, possibilmente senza offendere più….

  5. Per costruire un castello di menzogne su Silvio Berlusconi il gruppo Repubblica-L’Espresso ha impiegato dei mesi e alla fine non ha ottenuto alcun risultato. Invece Vittorio Feltri, con la semplice esposizione della verità, in una settimana ha fatto centro: il moralista amorale Dino Boffo si è dovuto dimettere dopo aver cercato di nascondere la verità con un castello di bugie.

  6. tovarish: meno male che qualcuno ha la verità incarnata. attendiamo che ora apra la sua nuova chiesa… i “feltristi” sono molto più agguerriti dei più ferventi religiosi…

  7. Ti piacerebbe, vero? Invece te lo dovrai sopportare ancora per molto tempo. Rilassati perché altrimenti il tuo fegato potrebbe non resistere.

    P.S.: non è che rimpiangi il mortadella, con le luxuria, i pecoraro e compagnia cantante? Se è così ti devi veramente far curare…

Comments are closed.