Eravamo quattro amici al bar

Si può pensare quello che si vuole del Chiesa e del Papa, ma il servizio che due giorni fa è andato in onda sul Tg3 ha dell’incredibile.
Il giornalista vaticanista Roberto Balducci conclude il suo servizio così:

[…]domani Papa Ratzinger va in vacanza, dove lo attende il fresco delle montagne, un pianoforte nuovo, un barbecue e un grande ombrellone dove mangiare, leggere e riposare. Ci saranno anche due gatti, uno bianco e nero, e uno grigio e anche un po’ malandato, ma che gli strapperanno un sorriso, almeno quanto i proverbiali quattro gatti (forse un po’ di più) che hanno ancora il coraggio e la pazienza di ascoltare le sue parole.

Deduciamo che i servizi del TG3 vanno in onda così come sono, senza che nessuno se li guardi.

Ovviamente si sono scandalizzati molto di più in parlamento che non in Vaticano.
Il portavoce della Santa Sede ha dichiarato:

Il Tg3 si impegni in una linea di rispetto e attenzione per quanto riguarda la figura del Santo Padre

Il vicepresidente della Commissione di Vigilanza (del PD) ha invece lanciato la sua reprimenda:

è singolare ed inconsueto che una testata importante come il Tg3 scivoli in questa anacronistica, e volgare, deriva anticlericale

Poi ci si chiede cosa sia la laicità dello Stato.

Luca

5 thoughts on “Eravamo quattro amici al bar”

  1. sono davvero costernato, dovrebbero strappare almeno almeno le unghie a quell’apostata di un giornalista che ha osato ironizzare su b16.

  2. pensa un pò luca, i tedeschi, i francesi, gli inglesi, gli austriaci, gli svizzeri, gli spagnoli nemmeno sanno che b16 va in vacanza noi invece sappiamo tutto, ma proprio TUTTO di b16 anche e sopratutto l’inessenziale. Sarà mica per quello che il giornalista si è un pò rotto i coglioni e ci ha infilato la battuta? Ah, comunque hai ragione, non la poteva fare ma mi ha fatto ridere lo stesso..

Comments are closed.