Dignità

La classe dirigente del PD ha tutti i difetti del mondo ed è criticabile per una infinità di motivi.
Oggi però ha fatto bene a negare la tessera a Beppe Grillo.
Non si può accogliere a cuor leggero chi dice di te le cose più terribii.

Insomma, almeno un pochino di dignità e di amor proprio ci vuole.

Sarebbe stato diverso se Grillo in questi giorni avesse mostrato segnali di apertura ed avesse dimostrato di avere a cuore le sorti del partito, ma ha invece continuato a lanciare fango sulle persone che vorrebbe guidare.

Ed alllora che se ne stia a casa.

Mi chiedo perché non si voglia iscrivere all’IDV.

Luca

7 thoughts on “Dignità”

  1. o luca il panorama è questo:
    non si può votare quel democristiano di franceschini perchè c’è dietro rutelli e l’orribile margherita
    non si può votare bersani perchè c’è dietro dalema che è la cosa più vicina al demonio
    marino ha un paio di caratteristiche positive tra cui quella di stare terribilmente sul cazzo ai teodem tipo binetti e ai fanatici pro life ma mi pare molto poco, almeno per il momento.

    In questo deserto arriva grillo con una proposta di candidatura semplicemente ridicola ed inaccettabile per un partito che, se fosse davvero serio, liquiderebbe la faccenda in 2 secondi senza troppi clamori.
    Il fatto invece che il clamore ci sia, da cui il tuo post, non è la riprova che Grillo sia un potente comunicatore, quanto che il PD sia essenzialmente un partito di mezze seghe, in questo senso si meritano davvero grillo

  2. @luca: non si iscrive all’IDV perchè a lui non interessa fare politica, ma fare spettacolo. Sai quanta pubblicità gratuita si è fatto per il suo spettacolo (che certo farà), per il suo blog, i suoi dvd, ecc?…

Comments are closed.