Vi faccio le pulci

Essendo quasi obbligato convinto a votare PD alle europee, ho cercato di fare le pulci ai canditati della circoscrizione “Centro”, quella dove voterò io.
Vorrei fare una scelta consapevole, quindi ho raccolto nelle ultime settimane alcune notizie sui candidati.
Ecco la lista, i link al loro sito ed un breve commento su ciascuno:

  • David Sassoli (giornalista): è il candidato di facciata e lo eliminiamo a prescindere da tutto.
  • Leonardo Domenici (sindaco uscente di Firenze): persona che non stimo, ha amministrato male Firenze, ma non lo voterei mai soprattutto dopo la buffonata di legarsi davanti ai cancelli di Repubblica. Un arrogante attaccato alla sua posizione di potere.
  • Silvia Costa (Assessore Regione Lazio): non la scartiamo subito perché mi sta simpatica e perché è stata una delle fondatrici di Telefono Azzurro. Ma siamo nel campo degli irriducibili.
  • Catiuscia Marini (europarlamentare uscente): nata e cresciuta nel PCI, si è fatta tutta la trafila di partito, compreso il lavoro in Legacoop. Non entusiasma.
  • Palmiro Ucchielli (Presidente Provincia Pesaro Urbino): il classico uomo di partito con la classica carriera di partito che prevede, dopo il mandato amministrativo, una sosta al Parlamento Europeo.
  • Monica Giuntini (europarlamentare uscente): ha sostituito Lilli Gruber dopo le dimissioni da parlamentare europea. Ho trovato poche notizie utili per poterla conoscere meglio.
  • Giampiero Cioffredi (ARCI): candidato in quota Veltroni, molto impegnato contro il razzismo e nel volontariato. Verrebbe quasi voglia di votarlo.
  • Luisa Laurelli: in politica da quasi quaranta anni. Che sia il caso di passare il turno?
  • Francesco De Angelis (Assessore Regionale): uomo di partito che non mi entusiasma.
  • Alessandra Sensini (campionessa olimpica di windsurf): non scherziamo.
  • Roberto Gualtieri (ricercatore universitario): marxistone della Fondazione Gramsci, dovrebbe essere il candidato dalemiano e quindi lo eliminiamo.
  • Guido Milana (Presidente del Consiglio regionale del Lazio): non si capisce cosa abbia fatto per meritarsi la candidatura. Non che non se la meriti, ma non ci sono notizie che mi abbiano convinto a votarlo.
  • Gabriele Mori: non ha un sito personale, che per un candidato nell’anno 2009 pare una cosa sconvolgente. Ha mille incarichi e mille poltrone, perché dargliene un’altra?
  • Franco Vaccari: cattolico di quelli impegnati davvero. La sua storia parla per lui. E’ amico dei Frati di La Verna, quindi è amico mio, nonostante sia editorialista di Avvenire, ma nessuno è perfetto. E’ anche sostenitore del software free. Mi chiedo cosa vada a farci al Parlamento Europeo, ma il mio voto lo avrà.

Insomma, il quadro come vedete non è entusiasmante.
Il numero massimo di preferenze da esprimere sono tre, ma non ho tre candidati che mi convincano.
Volendo cercare di non far eleggere Domenici, esprimerò comunque tre preferenze.
Il voto sicuro è per Vaccari, mentre rimangono incerti gli altri due.
Forse Cioffredi.

Luca

Via | Francesco Costa

2 thoughts on “Vi faccio le pulci”

  1. io guardavo il nord-ovest (per i partiti che avrei potuto votare) e mi sono messo le mani nei capelli. ma vedo che se atene piange sparta non ride… almeno tu hai Vaccari…

Comments are closed.