Analizziamoci

Via, diciamolo.
Ormai è disfatta.
Se il calo berlusconiano alle europee ci aveva fatto tirare un mezzo sospiro di sollievo, la disfatta delle amministrative evidenzia la crisi del PD e del suo progetto.

Ci sono, ovviamente, anche cose buone e tra queste spicca il caso di Debora Serracchiani.
Il suo caso è emblematico e costruttivo a patto che si chiarisca una cosa.
La Serracchiani non è una candidata estranea alla nomenclatura di partito.
Non è la persona uscita dal niente che si è fatta da sola.
La Serracchiani è una militante del PD e proprio il PD friulano in lei ha creduto e ha giocato le sue carte.
E’ proprio questo a rendere significativa la sua affermazione perché ci fa capire che se il PD crede ed investe in persone nuove e con idee chiare è possibile vincere.

Non buttiamo via tutto e giochiamoci le carte che abbiamo.
Il momento è ora.

Luca