Con il libro nella destra e la salsiccia nella sinistra

Il primo maggio ho visto credo non più di 15 minuti, non consecutivi, del concertone.
Ad un certo punto ho visto Sergio Castellitto salire sul palco con in mano un libro.
Si riconosceva subito dalla copertina.
Era il libro nuovo della Mazzantini.

Siamo nel momento clou della serata.
Castellitto sta per presentare Vasco.

Il presentatore legge un brano del libro nel quale due personaggi discutono della musica di Vasco.

Niente di male.
Se non fosse che la Mazzantini è la moglie di Castellitto.
Insomma, una burinata in piena regola.

E poi fatemi dire una cosa bacchettona.
Annunciare Vasco con le parole: “Annuntio vobis gaudium magnum: Habemus Vasco!”, dette in piazza San Giovanni, davanti alla basilica più importante di Roma a me è parsa una mancanza di rispetto gratuita.

Soprattutto se poi penso che Castellitto ha fatto i soldi anche interpretando Padre Pio.

Luca