Che ti vuoi aspettare?

Sembra, anzi lo confermo, che nel TG5 delle ore 13 di ieri, in un servizio in cui si parlava della solita indagine della Guardia di Finanza sulla pirateria musicale, tra i siti pirati mostrati come esempio ci fosse anche quello dell’azienda in cui lavoro.

Sono talmente prevenuti che per loro scaricare a pagamento equivale alla pirateria.
Non hanno talmente idea di cosa parlano che pensano che ci siano siti nei quali entri, scegli cosa ti piace e scarichi illegalmente.

Se dipendesse da me gli farei una causa da lasciarli in mutande.

Luca