Siete pesanti. Anzi pesantissimi

Chiunque abbia un blog ed abbia almeno una volta provato a criticare Beppe Grillo o Marco Travaglio mi può capire.
Non hai nemmeno fatto in tempo a pubblicare il post che subito arrivano.
Iniziano con il darti del cretino, dell’incompetente, del mafioso o del servo del potere.
Loro non discutono.
Loro hanno ragione.

Sono i griilini, categoria che ormai imperversa nel nostro paese orfano di leader spirituali.

A me Grillo anni fa piaceva, poi smise di piacermi, poi tornò a piacermi.
Oggi non mi piace più.
Non tanto lui, quanto le cose che dice.

Non credo che uno debba prendere per oro colato tutto quello che una persona proclama.
E Grillo, negli anni, di cretinate ne ha dette veramente un visibilio.

La stessa cosa vale per Travaglio che pontifica e dice cose che sembrano vere e giuste, e forse lo sono anche, ma mi chiedo se i suoi seguaci si siano mai impegnati per verificare la fondatezza delle cose che dice.

Insomma, voi avete sempre ragione e gli altri hanno sempre torto.
E a me, la gente che ha sempre ragione, risulta pesante.

Siete pesanti.

Luca

3 thoughts on “Siete pesanti. Anzi pesantissimi”

  1. Carissimo Luca,
    è da molto che ti seguo e questo è uno dei migliori post che tu abbia scritto!!
    Come non darti ragione, è verissimo.
    Grillo manda avanti le persone trincerandosi dietro il suo blog ed evita il confronto, Travaglio – purtroppo – è di una faziosità unica.
    I miei complimenti

    Michele

  2. Ciao Luca, ho conosciuto il tuo blog tramite il link a quello di Diego Guidi…premetto che sono in disaccordo col 99% dei tuoi post essendo politicamente appartenente all’altra sponda, ma apprezzo il tuo stile e il tuo modo di esprimere opinioni, quindi ti seguo spesso. Finalmente però oggi posso dire di essere d’accordo con te almeno su una cosa; detesto Grillo, e il suo modo di fare. Detesto la gente come lui e Travaglio, che fanno leva sul “credulismo popolare” (permettimi di utilizzare questo neologismo, inteso non in modo dispregiativo) per sollevare polveroni di dubbia veridicità, salvo poi, quando è ora di dimostrare la fondatezza del 10% di quello che dicono, tornare nel loro anonimato mediatico. Per poi ricomparire, magari quando le vendite dei loro libri o dei biglietti dei loro spettacoli sono in leggero calo, pronti a far esplodere nuovi scandali. Non li detesto perchè parlano male di Berlusconi, vorrei che fosse chiaro.

    Vorrei anche sapere quante volte Travaglio alle sue denunce televisive ha fatto seguire un esposto alla magistratura…o quante volte Grillo ha fatto altrettanto, invece di attivare raccolte firme che non hanno portato nessun risultato. Ora ci sono i Grillini, che, almeno a Fano (città dove abito), fanno opposizione mettendo su Youtube inutili video che dimostrano come le strisce dei parcheggi a pagamento della nostra città siano un po’storte…oppure proclamano che, per dimostrare che nella nostra città c’è troppo traffico, si mettono seduti una giornata su un marciapiede e contano le auto in transito.

    Se questo è un nuovo modo di fare politica…quasi quasi me ne torno nella prima repubblica, sempre che ce ne sia una seconda. Saluti!!!

  3. quante volte ho litigato con un caro amico su questa materia…

    condivido ogni singola riga di questo post, e te ne ringrazio!

Comments are closed.