E allora sputategli addosso

La stampa italiana si è improvvisamente accorta che la Chiesa è contraria all’uso del preservativo.
Lo è sempre stata, ma oggi la questione sembra far notizia più di ieri.
Ormai basta che il Papa apra bocca perché la gente gli salti addosso.

A me pensare di risolvere il problema dell’AIDS distribuendo preservativi è sempre sembrato un po’ ridicolo.
Ovviamente può essere un’arma anche quella, ma dalle maglie un po’ larghe (conoscete qualcuno a cui non se ne è mai rotto uno?).

Perché non diciamo che in occidente ormai di AIDS non muore quasi più nessuno, grazie all’uso di farmaci antiretrovirali?
Intanto perché non iniziamo anche a distribuire gratuitamente questi farmaci che non curano, ma fermano la malattia?

Lo ha chiesto pure quel cattivone del Papa.
Perché l’UE, oltre a scandalizzarsi per le dichiarazioni del Papa contro il preservativo, non inizia una campagna di distribuzione gratuita dei farmaci contro l’AIDS?
Già che ci siamo, magari perché non gli mandiamo pure i vaccini che da noi hanno permesso di far sparire malattie per le quali in Africa ogni anno muoiono milioni di persone?
O ci vogliamo lavare la coscienza distribuendo soltanto preservativi?

Luca

9 thoughts on “E allora sputategli addosso”

  1. io credo che quando a metà degli anni ’80 l’epidemia scoppiò in occidente, l’incentivo all’uso del preservativo abbia giocato un ruolo abbastanza importante quantomeno nell’ARGINARE la diffusione dell’AIDS…che non sia la soluzione al problema è palese, ma che debba poter essere distribuito, accompagnato ovviamente da medicinali ed educazione alla sessualità mi pare un gesto di civiltà, per quanto contrario alla morale cattolica. Ho conosciuto un medico inglese che lavora in una missione in Tanzania, che è disperato perché non può distribuire preservativi ed è convinto delle stesse cose che ho detto sopra…comunque caro Luca stai facendo la fine di beppegrillo

  2. .. e in effetti questo accanimento terapeutico sul povero b13 che da quando è salito in cattedra non ha sbagliato nè una battuta nè un’uscita è pura crudeltà.
    Meno male che possiamo contare su politici tutti d’un pezzo come frattini

  3. Ma c’è anche Franceschini:
    Lancia invece un affondo il leader del Pd Dario Franceschini: «Penso che il profilattico sia indispensabile e da diffondere per combattere l’Aids, la disperazione e la morte in Africa e nei Paesi più poveri del mondo»

  4. comunque è vero: la questione del condom è vecchia, nuova è questa diffusa insofferenza nei riguardi delle esternazioni di b13. E’ una specie di corale “basta, non ne possiamo più”, fenomeno interessante.

    Questa è di oggi

Comments are closed.