Voglio vedere dove le mettono le centrali

Ho una visione abbastanza disincantata del nucleare.
Nel senso che non sono contrario a prescindere.

Mi pongo però una domanda.
In un paese nel quale non si riesce a costruire un inceneritore o nel quale si preferisce affogare nella spazzatura piuttosto che aprire una discarica, potete spiegarmi come potrà riuscire il governo a costruire dieci (10) centrali nucleari?

In che modo riusciranno a superare l’ovvia contrarietà delle comunità locali?

E’ vero che per costruire una centrale ci vogliono 10 anni e in un lasso di tempo così lungo magari le opposizioni si placano, ma a me pare comunque molto complicato.

Ricordiamoci che viviamo in un paese che preferisce conservare le scorie nucleari alle porte di Roma, piuttosto che stoccarle in un giacimento di salgemma a Scanzano Ionico, sito individuato dopo 10 anni di ricerche portate avanti da una commissione costituita da una rappresentanza di geologi italiani.
Bastò qualche blocco stradale per far saltare tutto.

Vi immaginate cosa potrebbero fare i cittadini e gli amministratori delle città che si troveranno nelle vicinanze delle nuove centrali?

Non si diventa comunità da un giorno all’altro.
Non siamo la Francia.
Non abbiamo che una vaga idea di quello che sia il senso civico.

Vedremo se con il nucleare sarà diverso.
Intanto provate a fare un esperimento.
Conoscete qualcuno che non protesterebbe se gli costruissero una centrale nucleare nel raggio (esageriamo) di 100 Km?

Luca

26 thoughts on “Voglio vedere dove le mettono le centrali”

  1. Conoscete qualcuno che non protesterebbe se gli costruissero una centrale nucleare nel raggio (esageriamo) di 100 Km?

    Mah, io non so se protesterei…
    Che tanto 100km o 1000 alla fine se c’e’ un disastro si paga lo stesso 😛

    Comunque hai ragione.
    Con i casini che piantano in giro per cose meno “rognose”, per una centrale pianteranno casini infiniti.

    Il fatto e’ che pero’ servono (era nel 2003 che mezza Italia si e’ trovata senza corrente? e quanta percentuale dell’energia che utilizziamo viene importata? che quest’ultimo dato preferisco dimenticarlo ogni volta che lo leggo, e’ drammatico).

    E comunque, se tenute bene, se vengono rispettate le norme di sicurezza, le centrali nucleari non sono pericolose.
    Passi il fatto che siano antiestetiche, dato che si lamenteranno anche di quello (e li’ hanno ragione, esteticamente non sono il massimo, ma a qualcosa bisogna rinunciare se si vuole la corrente elettrica :P).

    Boh, vedremo.

  2. non sono contrario al nucleare neanche io a prescindere; sono contrario al nucleare in Italia per tanti ottimi motivi, primo fra tutti forse lo smaltimento delle scorie che prevedo andrà ad arricchire ancora di più le casse della camorra; nessuno mi toglierà dalla mente che la vera soluzione sta in grossa percentuale nelle energie alternative…noi teniamoci Scajola, nella più grande democrazia del mondo pensano più avanti

    http://www.politifact.com/truth-o-meter/promises/promise/458/invest-in-all-types-of-alternative-energy/

    http://en.wikipedia.org/wiki/Steven_Chu

  3. >Non siamo la Francia.
    Esatto ma vale sia in un senso che nell’altro. Ovvero noi non abbiamo senso civico, la loro non mettono un raccomandato incapace a capo di una centrale nucleare.

  4. @lucacicca
    Non sono i dubbi, ma le certezze a farmi essere contrario. Però… se quelli che pretendono di farci mangiare la m…da la mangiassero per primi, mi tapperei il naso e non farei tante storie. Il Berlusca faccia costruire la prima centrale ad Arcore.Non lo farà, anzi sarà il più lontano possibile da lui. No non riesco a mandare giù il boccone, come non sono riuscito a mandare giù i bocconi amari che mi ha infilato in bocca Prodi & c., lo stesso vale per le infinite questioni di questo paese: a chi il dolce a chi il frutto della dicgestione di questi dolci. In questo, forse, si spiega anche la crisi del PD e più in generale del centrosinistra: si sta comportando essattamente come mister B, il quale, però, dalla sua ha un elettorato che vorrebbe essere come lui e per questo lo sostiene.

  5. Caro Luca,
    ti puoi immaginare come la penso, però sentir dire che “servono” quando una percentuale altissima di energia viene sprecata, mi sermbra una grossa eresia…
    é come mettere un secchio bucato sotto due/tre rubinetti anzichè sotto uno solamente !!!
    E poi, quando tra dieci ? Quindici ? anni saranno terminate (si sa come vanno gli appalti in Italia), saranno ancora economiche ? Si troverà ancora facilmente l’uranio ?
    Per ora servono solo ad arricchire gli amici massoni che le costruiranno, ed a distruggere ancora territorio…… poi si vedrà !
    Insisto che la fonte di energia più grande e disponibile, ma da ora, non tra xxx anni, è il risparmio !
    Comunque, i politici sono questi, per cui buona centrale a tutti !!!
    Spero a casa Vs. non mia ! :-))

  6. @Lorenzo
    Non ho visto Report, ma immagino che abbia parlato del fatto che la Francia ci vuole vendere centrale nucleari non di ultima generazione che non riesce a vendere a nessuno…

  7. è quasi peggio: nell’accordo firmato tra i due giganti primi ministri, il nucleare nemmeno è citato, mentre c’è un accordo tra enel e edf in cui si dice che quando l’Italia avrà una legislazione adeguata si faranno forse delle centrali in collaborazione…insomma tutto fumo

  8. Vorrei ricordare a tutti che le centrali nucleari sono in tutta europa, svizzera austria francia …. e che grazie a le vostre idee l’Italia compra l’energia prodotta da questi paesi con le centrali nucleari a caro prezzo!!! Riflettete riflettete, pensate prima di parlare pensate!! se avessimo solo il solare e l’eolico, torneremo con le candele nelle caverne!! Riflettete! Siamo gli unici in europa a non avere centrali, ce le hanno tutti!! Riflettete!!

  9. Vedi io rifletto molto su quello che dite voi, e chiunque altro, perchè l’opinione di una persona è sempre utile e importante, il punto è se voi veramente riflettete su quello che dice uno che non la pensa come voi!!! Perchè a Firenze,con giunte di sinistra da almeno 20 anni, non è stato fatto praticamente niente per il solare e l’eolico? Forse incapacità degli amministratori? Forse costi eccessivi rispetto alla resa del solare? Forse troppo impatto ambientale soprattutto per l’eolico? Pensiamoci tutti, riflettiamo!!

  10. @schedoni
    Oltre tutto Firenze è la città ideale per l’eolico ed il solare.
    Pensa che belli i pannelli sulla cupola del Brunelleschi o una bella pala eolica sopra il campanile di Giotto.

  11. @schedoni
    non so se hai visto report di domenica: poche idee ed opinioni e molti fatti, tra cui quelli che ho citato io e che fanno…non saprei come dire…RIFLETTERE!!

  12. Si esatto magari conditi con una bel treno con le rotaie che passa per il Duomo e il Battistero, dopo che la città ha già detto no alla tramvia con un referendum!! Ma a questi che governano ( governano i nostri soldi in particolare) non interessa molto!

  13. Invece ora intorno al Duomo ed al Battistero ci passano file ininterrotte di bus ed automobili…
    E per la cronaca al referendum non hanno nemmeno raggiunto il quorum…

  14. Infatti l’unica soluzione è la pedonalizzazione, senno mi verrebbe un’altra idea, facciamoci atterrare gli aerei, un aeroporto, sarebbe meglio, o un treno o un aereo! Ci vogliono mezzi pubblici veloci ed efficienti, non treni in piazza del Duomo!

  15. Per il referendum il nostro caro sindaco aveva detto a tutti che non sarebbe servito a niente, un bel messaggio, sicuramente ha invogliato ad andare a votare! in ogni caso la maggioranza dei votanti il 53,8 ha detto no! Ne dovrebbero aver tenuto conto se fossero stati democratici nei fatti e non solo con le parole!!

  16. @schedoni
    Comunque, non sono fiorentino, non vivo a Firenze e non ho nessuna simpatia per il sindaco di questa città.
    Lamentarsi per un binario di un treno elettrico però mi sembra paradossale in una città affogata nel traffico.

  17. Meno male che non sei fiorentino, io dal casino che c’è me ne andrei!!
    Te pensa c’è sempre stato un gran traffico a Firenze, adesso tutte le strade principali si sono ridotte di più del 50%, non c’è più spazio! Ti immagini che casino ci sarà? sempre di più. Anche qui come hanno fatto a Roma risolvevi tutto con una metropolitana magari piccola, oppure con un efficientissimo sistema di tram pubblici, magari elettrici!

  18. credo che in merito alle energie alternative si debba partire dal presupposto che siano esclusivamente un supporto… necessario certamente per ridurre il consumo di carburanti e per dare slancio alla ricerca, ma siamo ben lontani da ottenere rendimenti accettabili.

    in merito al nucleare… beh, credo che sia tutta campagna pubblicitaria (come peraltro ben diceva dema nel commento 10).

  19. io non volevo dare di sinistra a nessuno, non vi conosco e quindi non posso saperlo, se sono stato frainteso chiedo scusa, il mio ero solo un modo per discutere insieme! Purtroppo sai qui a Firenze è da sempre molto dominante un tipo di mentalità, falso ambientalismo, clientelismo stessi governanti da decenni…speriamo in un futuro guidato da persone almeno più ragionevoli e preparate! E speriamo in un’ alternanza di governi anche nei comuni, che mi sembra alla base della democrazia!

Comments are closed.