Sir Charles Darwin

Mi propongo di dare qui un breve compendio del progresso delle idee sull’origine delle specie. Fino a poco tempo fa, la grande maggioranza dei naturalisti credeva che le specie fossero immutabili e che fossero state create l’una indipendentemente dall’altra. Numerosi autori hanno abilmente sostenuto questo punto di vista. Alcuni naturalisti, invece, erano convinti che le specie subissero modificazioni, e che le attuali forme di vita discendessero per generazione regolare da forme preesistenti.

(Charles Darwin, L’origine delle specie, traduzione di Luciana Fratini, Boringhieri, Torino, 1967)

Ho studiato Scienze Naturali all’università.
Non mi è mai fregato niente dei titoli.
A distanza di 10 anni devo ancora ritirare il diploma di laurea dalla segreteria.
L’idea di essere un “naturalista” come Charles Darwin, però è una cosa che mi inorgoglisce.

Duecento anni fa nasceva il più grande naturalista (insieme a Linneo) della storia.
La sua teoria dell’evoluzione, elaborata 100 anni prima della descrizione del DNA e in anni in cui la genetica era appena agli albori, è probabilmente una delle opere più importanti fatte da un uomo nel campo delle scienze della vita.

Darwin è un faro per chiunque si affacci a studiare la natura.
Poi verrà il darwinismo, il neo-darwinismo, e tutti gli integralismi favorevoli o contrari.

Ma in queste cose, Darwin non ha niente a che vedere.

Luca

3 thoughts on “Sir Charles Darwin”

  1. balle! l’universo è stato creato nel 4000 a.C. e da allora è rimasto com’è!! com’è possibile che la Beata Vergine Maria abbia come antenato una volgare scimmia?!?

  2. Aggiungo solo che “L’origine della specie è un libro leggibilissimo ed accessibilissimo per un qualsiasi liceale” a cui farei seguire anche “Il gene egoista” di Dawkins che mostra un diverso punto di vista sull’evoluzione, giudata non dagli individui ma dai geni veri e propri

  3. GIà GIà.. MI STUPISCE sempre come un uomo abbia dato origine ad una teoria così piena, nonostante le scarse per non dire nulle informazioni genetiche. L’idea che un carattere possa trasmettersi alla discendenza secondo regole precise, e scoprirne il meccanismo secondo le nozioni dell’epoca è a dir poco geniale.

Comments are closed.