Andiamo a vedere le luci della centrale elettrica

Le Luci della Centrale Elettrica sono il progetto musicale di Vasco Brondi, abilmente supportato ed arrangiato da Giorgio Canali (CCCP, CSI, PGR, Rossofuoco).
Vi avevo detto che mi erano piaciuti, ma ora ho scoperto che “Canzoni da Spiaggia Deturpata” ha addirittura preso una Targa al Premio Tenco come Migliore Opera Prima.

Il disco è assolutamente bello.
E’ intriso di dolore, ma è proprio questa la sua forza.

Se avete un figlio ventenne che passa le giornate chiuso in casa a suonare la chitarra ed a scrivere nel suo blog e che quando esce torna sempre ubriaco o strafatto, beh dovreste cominciare a preocuparvi.

La cosa positiva è che poi magari se ne esce con un disco bello come quello di Vasco Brondi.

Attendiamo il prossimo disco per vedere se lo possiamo inserire tra le cose belle della musica italiana degli anni zero.

Luca

One thought on “Andiamo a vedere le luci della centrale elettrica”

  1. Vasco chi ti scrive è un 40enne che la prima volta che ha visto in tv il video DI”PER COMBATTERE L’ ACNE” non riusciva a credere alle proprie orecchie: ma che cazzo…siamo l’esercito del ser.t.? Le saracinesche chiuse sui nostri occhi?Ma questo c’è o ci fà? Poi ho scaricato l’opera omnia(sorry ma I ain’t got no money) tua e di Giorgio e sono rimasto folgorato. Il quesito iniziale avev perso importanza. Cmq un piccolo consiglio da un superstite: tieniti lontano-anzi lontanissimo-dalla cocacola. Ti manda a puttane il cervello in pochi anni. Keep on rollin’! Complimenti di nuovo Vasco, sei dvvero un grande, ma non per la musica che, ammettiamolo, e per fare un complimento “minimale”, ma per le emozioni che riesci ad evocare, la tua poesia criptica, ripetitiva, eppure chiarissima e sempre nuova. Cazzo, sei un ossimoro umano. Lunga vita al rock and roll. DrUGO68

Comments are closed.