Prego, prego, salite pure. Io vi raggiungo dopo

E se mettessimo su una nave tutti quelli che negli ultimi due anni hanno parlato di Eluana Englaro (i suoi familiari esclusi) e li spedissimo a fare un giro intorno al mondo a riflettere sul senso della vita e della morte?

Ho il sospetto che saremmo una comunità migliore.

Io ci ho scritto un post soltanto. Vi prego non fate salire anche me.

Luca

5 thoughts on “Prego, prego, salite pure. Io vi raggiungo dopo”

  1. credo di avere fatto solo un post anche io a riguardo… personalmente, però ci metterei anche i familiari. se l’odissea di quella povera donna continua, secondo me, è anche colpa dei familiari, visto che mi pare abbiano rifiutato di andare in un hospice svizzero.
    su tutto il resto, preferisco tacere e pregare (e francamente augurarmi che il signore se la prenda quanto prima, magari in modo naturale, fosse solo per pietà nei suoi confronti)

  2. proprio non ti capisco yet, Beppino Engaro fa quello che fa perchè “non c’è libertà se non all’interno della società”.
    Poi io lo so e penso pure tu che il 98 % dei degenti nello stato di Eluana muore molto prima “per errore” previo accordo tra le parti.
    A me uno che in Italia ha la forza di strapparsi di dosso questa ipocrisia marciona e a di fare un discorso di società (davvero atipico per noi italiani) è solo simpatico.
    Bisognerebbe solo ringraziarlo.

    nella solito clima ipocritamen

  3. @Davide Rabbini
    davide, cerco di essere rapido, per rispetto alla decisione del titolare del blog di parlare il meno possibile dell’argomento… penso semplicemente che se sei certo di quale sia il bene di un tuo familiare, beh… trovi il modo per farlo il più presto possibile. poi, diventi il vessillifero della causa. per il resto concordo pienamente con te.

Comments are closed.