Ma risposta di che?

Non so nemmeno come commentare la carneficina a Gaza.
Che cosa si può ancora dire sul conflitto israelo-palestinese?

Una cosa sola mi incuriosiva.
Gli israeliani dicono che i loro raid, che hanno causato per ora più di 400 morti, sono stati promossi in risposta al lancio di razzi da parte di Hamas contro i territori del sud di Israele.
Quante vittime hanno causato questi famosi razzi Qassam?

Nessuna.
Un ferito e qualche danno alle cose.

In risposta si decide di bombardare il centro di una città, proprio nell’ora in cui i bambini escono di scuola.

Più di quattrocento morti non possono essere la risposta ad un ferito.
O mi sbaglio?

Luca

4 thoughts on “Ma risposta di che?”

  1. la legge del taglione dovrebbe esere superata…. dovrebbe! sta tutto nel condizionale.
    che angoscia!

  2. Pensi che ci possano essere spiegazioni razionali dietro alla assurda violenza che vediamo da troppo tempo in quella terra martoriata?

  3. già…
    la morte di troppi innocenti non è un motivo sufficiente per fermarsi, agli occhi delle parti in gioco (oggi dovrei dire solo di Israele: mi pare che il taglione sia stato ampiamente superato).
    che cosa potrebbe farli smettere? che tragedia.

Comments are closed.