Lo faccio per il bene del paese

Sono favorevole all’iniziativa berlusconiana di mettere l’IVA al 20 % sul canone delle tv a pagamento.
Sono favorevole nonostante mi sia abbonato a SKY alcuni giorni fa (ma porca miseria!).
La pay-tv non ha bisogno di IVA agevolata; toglietela ai CD musicali, piuttosto.

Sarei anche grato a tutti gli esponenti del PD-IDV (D’Alema e Di Pietro compresi) se la finissero di far finta di gridare allo scandalo.
Hanno avuto (se non ricordo male) cinque governi (1, 2, 3, 4 e 5) per tentare di risolvere il conflitto di interessi del nano di arcore e non lo hanno voluto fare.
Ora stiano zitti.

Luca

2 thoughts on “Lo faccio per il bene del paese”

  1. Giusto togliere le agevolazioni alla TV satellitare, in fondo Mediaset ci da già tutto quello di cui abbiamo bisogno (senza chiederci niente, ricordiamocelo bene!) quindi è palese che la TV satellitare è inutile e dannosa.

  2. Da TVBLog

    “Paradossalmente le dichiarazioni del Ministro Tremonti chiudono il cerchio ed insieme dimostrano la ragione nel quale il “conflitto d’interessi” del Premier non possa essere bollato come una “fesseria”. C’è infatti qualcuno in Italia che sarà sobbalzato dalla sedia a sentir parlare di “obblighi legati alle indicazioni comunitarie”, è Francesco Di Stefano, il proprietario di Europa 7 che da anni, nonostante le decisioni della corte di giustizia europea rimane privo di concessione televisiva in favore di una delle 3 reti di Mediaset, Rete 4.”

Comments are closed.