Non date la colpa a me

Ora non dite che porto male e che è colpa mia.
Due settimane fa auspicavo che Soru potesse diventare una delle personalità trainanti all’interno del PD.

Oggi Soru si è dimesso da Presidente della Regione Sardegna, perché la sua maggioranza non ha approvato una parte della nuova legge urbanistica che è uno dei punti caratterizzanti della sua politica.

Leggo dal Corriere della Sera:

Tra gli aspetti caratterizzanti della legge urbanistica, ora di fatto congelata, ci sono: la conferma del divieto di inedificabilità assoluta nella fascia dei 300 metri dal mare; il principio della compensazione con aree o crediti volumetrici per i proprietari di beni immobili da vincolare per rilevante interesse pubblico; gli incentivi per l’utilizzo di materiali non inquinanti e che favoriscano il risparmio energetico; il sistema del silenzio-assenso nelle concessioni edilizie.

Una legge così attenta alla salvaguardia del paesaggio e del territorio è inaccettabile per un partito di centro-sinistra.
Basta vedere quello che succede in Toscana; il caso Cioni ne è l’emblema.

La gestione del caso Soru, anche da parte di Veltroni, ci farà capire molte cose sul futuro del PD.

Luca

5 thoughts on “Non date la colpa a me”

  1. in effetti è la notizia odierna che mi ha colpito di più, figurarsi se l’anima democristiana del PD può permettere cose del genere.. I soldi se li dovranno fare in qualche modo no? Nè la situazione milanese sembra meglio.. anzi…
    l’unico sollievo è che milano è già in se una brutta città, peggiorarla sarà estremamente difficile

  2. Comunque la cosa è deprimente. Negli ultimi anni una folle valanga di cemento ha invaso l’Italia, Siena è un esempio perfetto. Soru e la Sardegna si erano opposti a questo con una legge importante come quella che salvagurdava le coste e coinvolgendo i più importanti architetti mondiali nella riqualificazione del teritorio con interventi mirati e di qualità. Per la politica italiana una proposta del genere è fantascienza.
    Abbiamo così una foto perfetta della situazione attuale della sinistra italiana, divisa fra chi (PD) ostacola con tutti i mezzi una personalità come Soru, forse la più interessante e innivativa che è riuscita ad esprimere, e chi (Rifondazione Comunista) festeggia la vittoria di Luxuria sull’Isola dei Famosi.
    E a noi ci resta che piangere

  3. @Marco Angio: anch’io la penso come te. Tralasciando il caso Soru/Sardegna,non privo di importanza, sono rimasto allucinato dal sentire proclamare come vittoria politica della sinistra quella di Vladimir Luxuria “all’Isola dei Famosi”, accostando il fatto al trionfo elettorale di Obama.
    Per parlare per luoghi comuni:”Ma dove siamo finiti?”

    Aggiungo poi ufficialmente che non riesco più a tollerare il sentir parlare Veltroni: non lo sopporto più!

    Ecco l’ho detto.

Comments are closed.