Che cosa c’è, è che mi sono innamorato di te

Nessuno in Italia ha mai messo in dubbio l’alleanza con gli USA.
Perfino quando il PCI era fortissimo e c’era il compromesso storico nessuno ha mai dubitato da che parte stesse il nostro governo.

Il presente, invece ci restituisce un governo italiano schierato a fianco di Putin, contro il governo USA.
Va beh, direte voi, Berlusconi contro Obama.
No, a dire la verità si tratta di Berlusconi contro Bush ed il suo progetto di scudo spaziale.

Io non voglio credere alla storiella dell’amicizia tra Putin ed il nano di arcore.
Qui ci deve essere dell’altro in gioco.

Dietro questo apparente innamoramento di Berlusconi nei confronti di Putin non ci possono che essere soldi.
Soldoni legati al gas, all’energia, alla mafia russa, a quella roba là.

Se la nostra stampa, oltre a raccontarci le avventure sessuali del cavaliere e dei suoi ministri, mettesse un giornalista (ne basta uno) a fare un’inchiesta seria che andasse a scavare nel rapporto tra il nano di arcore ed il despota russo, ci farebbe un grosso piacere.

A questa storiella dei due amiconi che si invitano nelle rispettive residenze di lusso non ci crede nessuno.
Qualcuno ci dica la verità.

Luca

2 thoughts on “Che cosa c’è, è che mi sono innamorato di te”

  1. Ora il problema di Berlusconi è che filoqualsiasicosa: è filoamericano, filorusso, filoarabo, filoccidentale, filocinese, filoturco, filolibico, filoeuropeo….In presenza di Putin è contro lo scudo spaziale, in presenza di Bush è a favore, e questa è la nostra politica estera!

  2. Condivido in pieno il commento di Marco Angiò, sottolineando solo che la nostra politica estera è SEMPRE stata così, dai tempi di Giovanni delle Bande Nere, anzi anche da ben prima…

Comments are closed.