Roberto Saviano

Ieri si è appreso che probabilmente la camorra aveva progettato un attentato per uccidere Roberto Saviano, il giornalista e scrittore autore di Gomorra.

Come ha spiegato lo stesso Saviano in una recente intervista, la camorra non ha paura quando qualcuno parla di lei, ma si arrabbia moltissimo quando queste opinioni contrarie si diffondono tra la popolazione.
Un libro destinato ai soli addetti ai lavori non infastidisce nessuno.
Gomorra, che ha venduto tantissimo è, invece un libro pericoloso.
E sarebbe meglio se Saviano morisse.

E’ da tanto tempo che voglio leggere Gomorra.
Ieri pomeriggio, appena uscito da lavoro, ho comprato il libro.

Mi sembrava un buon modo per testimoniare la mia solidarietà a Saviano.

Qui sotto, invece, le illuminanti dichiarazioni di Emilio Fede su Saviano.
Tanto per non dimenticare da che parte stanno i buoni.

Luca

13 thoughts on “Roberto Saviano”

  1. Io l’ho letto.
    Non è un libro scandalo, né cerca la sensazionalità.
    Lo definirei una lettura “utile”.
    Si legge benissimo e ho imparato un sacco di cose che non sapevo.

    Saluti.

  2. Fede è davvero una grande xxxxx Non ci sono parole e aggettivi sufficienti per definirlo e insultarlo adeguatamente. Vengono i brividi a pensare a questo ragazzo, giovanissimo, che sta sfidando a viso aperto i poteri della camorra rischiando la vita… Povera Italia!

    Piero

  3. fede sei un poverello….e come giornalista non vali niente..il tuo tg è solo una propaganda per berlusconi

  4. saviano è un deficente! invece di pensare a farsi gli affari suoi vuole cercare di fare l’ eroe! sono stati uccisi i veri eroi della mala vita, i quali paolo borsellino e falcone e quelli erano davvero gente con le pa**e che faceva tremare i più potenti, mentre invece io da napoletano verace, mi senrto insultato da sto romanziere da quattro soldi che ha fatto un film sul quale non è colpa di napoli e adesso ve lo spiego!
    1 la politica insieme alla camorra ha fatto i propri interessi per la spazzatura e ha coinvolto la maggior parte della brava gente, mentre invece la vera colpa è la loro
    2 14-15 anni fa la politica non volle far costruire i termovalorizzatori che consentivano a napoli e alla campania di smaltire i rifiuti, e adesso se ne ascono che è colpa nostra
    3 saviano se la deve prendere sia dalla camorra che è presente in tutte le città AL MONDO e allo stato che prima fa i cazzi suoi e poi incolpa NAPOLI!
    4 e ultima cosa vorrei dire ai tanti che stanno a MILANO,FIRENZE,ROMA ecc di vedersi i propri problemi che ne hanno tanti e anche peggio di NAPOLI! solo che voi i veri problemi attraveso conoscenze ecc. ve li nascondete mentre appena si parla della MIA SPLENDIDA E BELLISSIMA NAPOLI già tutti a fare le polemiche quindi state zitti

  5. Per sostenere Roberto Saviano, noi del Riformista abbiamo voluto dare risalto ad una significativa campagna mediatica portata avanti dalla provincia di Caserta, in contrapposizione con le altisonanti petizioni proposte dai grandi quotidiani e sottoscritte da pensatori e premi Nobel: è la gente comune che sostiene Saviano, e a questo dato è obbligatorio dare spazio e importanza. E’ questa la vera notizia da diffondere. La Camorra non ha paura dei premi Nobel.

    Per partecipare al dibattito e saperne di più visitate http://www.ilriformista.it e lasciate il vostro commento.

    FG

  6. fede è un imbecille ma voi che credete in uno come saviano siete davvero ignoranti..si sa che l’informazione oggi è tuta manipolata…come si fa a dire chi è saviano?

  7. Saviano è un grande!!!! continua cosi’ siamo dalla tua Parte te lo dice una palermitana stanca di mafia e di politica scappata all’estero!!!

  8. Come potevamo noi cantare

    Con il piede straniero sopra il cuore

    Tra i morti abbandonati nelle piazze

    Sull’erba dura di ghiaccio, al lamento

    D’agnello dei fanciulli, all’urlo nero

    Della madre che andava incontro al figlio

    Crocifisso sul palo del telegrafo ?

    Alle fronde dei salici per voto

    Anche le nostre cetre erano appese,

    oscillavano lievi al triste vento.
    Salvatore Quasimodo (alle fronde dei salici)

Comments are closed.