Essere antiberlusconiani con intelligenza

Stamani, mente lavoravo, mi sono ascoltato la diretta di Repubblica Radio nella quale ho ascoltato un antiberlusconismo abbastanza scontato.
Del tipo: “La maggior parte degli italiani è ignorante e gretta e quindi vota il nano di arcore”.

Quello che ha scritto oggi Luca Sofri mi è sembrato, invece illuminante.

Oggi ci scandalizziamo tutti perché Berlusconi si scrive le leggi per non essere giudicato dai tribunali.
Ieri, quando è stato deciso di militarizzare le strade o di portare avanti la guerra al clandestino, nessuno (o quasi) ha detto niente.

[…]
A me sta sulle palle che l’unica cosa su cui non si tratta sia la speranza di una condanna per Berlusconi, mentre si può dialogare sulle condanne per tutti quanti noialtri. A me sta sulle palle che delle piccole élites privilegiate predichino lo scandalo di una legge ad personam, trascurando il fatto che tutte le altre leggi colpiscono personam di cui si disinteressano.
E mi chiedo dove sia finito quel “capire gli interessi della gente”, se si pensa che agli elettori che in massa hanno votato Berlusconi interessi davvero la sua condannibilità piuttosto che mille altre cose che colpiscono le loro tasche e le loro vite. Con l’eccezione di quelli così allenati all’indignazione antiberlusconiana da essere disposti a far mettere in galera i clandestini a centinaia purché si mantenga una speranza che in galera ci vada anche Berlusconi.
Mettetevelo in testa: le elezioni le abbiamo perse, e le ha vinte un centrodestra pessimo e guidato da uno come Berlusconi. Se volevate un paese fatto a misura della sinistra, lo educavate meglio e vincevate le elezioni. Adesso sembriamo i tifosi della nazionale che protestano se l’Olanda fa il biscotto. Le abbiamo perse, e ora cerchiamo di stabilire delle priorità: tra le mie – e quella di molti altri- la processabilità del primo ministro non è la prima.

Condivido e sottoscrivo.

Luca

4 thoughts on “Essere antiberlusconiani con intelligenza”

  1. sì, ma se per salvare se stesso deve mandare a madri ignote tutta una serie di processi in corso, la cosa assume un altro tono…priorità o non priorità sarebbe il caso di rispettare la costituzione finché non la si cambia!

    che poi il PD farebbe bene a prendere una pala scavare una buca e sotterrarsi (in silenzio) posso essere d’accordo…

  2. Vero, ma la critica di Sofri è diretta al centrosinistra che si indigna soltanto per le forzature del cavaliere e non quando il suo governo propone provvedimenti orribili…

  3. Sono d’accordo pienamente con te. La sinistra ha sbagliato eccome, in molte cose, ma soprattutto con l’indulto di cui , come si prevedeva, la maggioranza dei superficiali italiani ha avuto gioco facile ad incolpare il governo che c’era nel momento in cui fu varato. Non viene dato tanto risalto , dalla stampa, al fatto che a votare per l’indulto sia stato sì l’ex Ulivo ( esclusa l’Italia dei Valori) ma insieme anche a tutta Forza Italia ( non dalla Lega nè da AN ). Non so tu ( non ti ho letto abbastanza per conoscerti) , ma io non sono mai stato comunista, ma soltanto uno che sceglie il minore dei mali. Mi fa piacere che ci sia chi , pur contestando l’attuale governo, riconosce anche le mancanze dei suoi: è segno di rara maturità.
    Se vuoi vienimi a trovare nel mio blog.

Comments are closed.