Venghi Fantozzi, venghi

Ultimamente, quando staziono davanti all’ingresso per fumarmi una sigaretta, cosa che accade tra le 16 e le 17 di ogni santo giorno, sento spesso parlare i colleghi di due argomenti in particolare: jogging e dieta a zona.

Sto facendo un breve studio sulla questione ed ho notato alcune evidenze:

  • L’interesse per le due attività aumenta con il crescere del livello in azienda.
  • Lo stesso individuo solitamente si adopera in entrambe le attività.
  • C’è la tendenza a fare evangelizzazione nei confronti di chi ancora non si è appassionato alle suddette attività.
  • L’obiettivo di chi si allena per la corsa di solito è quello di correre una maratona.

Il fatto che i grandi capi dell’azienda siano appassionati di jogging, abbiano corso la maratona di New York e seguano probabilmente la dieta a zona è evidentemente un strano caso del destino.

Luca

PS. Se sentite qualcuno vantarsi di aver corso una maratona, fatevi dire con quale tempo ha chiuso la corsa. Se non è sceso sotto le 3h:40, ricordate che, con qualche mese di buon allenamento, lo batterete anche voi.

4 thoughts on “Venghi Fantozzi, venghi”

  1. ho un paio di amici brianzoli coi quali faccio scialpinismo che se la cavano sulle tre ore, quindi, mi pare, sono veri maratoneti.
    Mi hanno raccontato che durante una maratona hanno agevolmente sfilato un celebre deejay, il quale poi, misteriosamente e senza superarli, è arrivato prima di loro al traguardo 🙂

  2. Ho lavorato per anni con un maratoneta e lui mi ha sempre detto che il discrimine sono le 3:30. Se scendi sotto le 3 ore sei decisamente di un’altra categoria.
    Linus credo che abbia un record personale intorno alle 3:35.

Comments are closed.