Free Ferrara!

Ferrara sarà pure un grande opportunista ed un mentitore, ma pure lui ha diritto di parola.
Si può essere abortisti, anti-abortisti o abortisti così e così, ma a nessuno deve essere impedito di esprimere la propria opinione.

Chiunque abbia a cuore la libertà di pensiero dovrebbe solidarizzare con Ferrara.

Per questo, condivido quanto detto oggi da Luca Sofri:

Un altro caso di imbecilli che vanno a contestare aggressivamente Giuliano Ferrara, e io vado sul palco con lui e con tutte le sue moratorie.

Luca

12 thoughts on “Free Ferrara!”

  1. Ovviamente sono daccordo con te. Non finirà mai di stupirmi però l’imbecillità di certa gente come quella dei centri sociali che in nome della libertà va in piazza a censurare la gente, non facendo altro che amplificare il messaggio di quella gente che vorrebbero zittire… e in tutto questo quel ciccione di Ferrara ovviamente e giustamente ci sguazza…
    Il problema è che tutti sti “giovani dei centri sociali” hanno troppo tempo libero e così vanno a fare i ca**oni in giro… pessima gente 🙁

  2. già…

    eppure la storia insegna che questo tipo di contestazioni mirate contro una sola persona lo favoriscono, invece che intimidirlo… credo che le contestazioni – di per sè lecite – contro Pansa abbiano fatto impennare le sue vendite. lui – non essendo politico – smise di promuovere il libro: poteva anche permetterselo, perchè ogni sua pubblicazione era già “iper-promossa”… vediamo quanti voti si becca ora ferrara.

    detto questo, se anche avessi pensato di votarlo, ora non lo voterei più… il voto di protesta – per me – va per il “partito degli orsetti marsicani” e non per questioni di coscienza come l’aborto (per le quali creare una lista ha relativamente poco senso)

  3. Non giudico le pomodorate a Ferrara una particolare forma di antidemocrazia, quanto piuttosto uno dei rari momenti in cui gli italiani, oramai avezzi a tutto, proprio non ce l’hanno fatta a trattenere il vomito e hanno espresso il loro punto di vista. L’errore vero è parlare di queste cose, che nella loro mediocrità, non meritano lo spazio che occupano. Del resto Ferrara non è nè abortista nè antiabortista ma semplicemente un mediocre paraculo (oltre ad essere stato testimone di nozze di Sofri e la Bignardi). Il problema è piuttosto un altro: perchè gli italiani devono indignarsi solo nei casi più grotteschi come questo? Di pomodori (solo i pomodori) dovrebbero volarne molti di più, servirebbe a far cambiare idea ai politici che ci reputano dei deficienti.

  4. Vergogna, vergogna, vergogna!
    In un paese civile non è ammissibile che un intellettuale del peso di Giuliano Ferrara debba andare fino a Bologna per ricevere quello che si meriterebbe ogni volta che esce di casa!

    da donzauker.it

  5. @Davide Rabbini e @Eleonora: dissento totalmente con voi.
    Ferrara esprime le sue opinioni in modo legittimo. Non è che dobbiamo prendere a pomodorate tutti quelli con i quali non siamo d’accordo. Secondo me.

  6. vorrei capire – leggendo Davide Rabbini ed Eleonora – se ci sono dei parametri scientifici per decidere chi “meriti” le pomodorate in faccia “ogni volta che esce di casa”… nel caso, pregherei di segnalarmi dove posso trovare le tabelle… o ci sono liste di “infami”? per cui se si toccano gli “intoccabili” è un delitto contro la libertà di parola e di stampa?

    perchè altrimenti, propongo di sollevare il PIL italico, comprando tonnellate di pomodori da lanciare contro i vari politici e giornalisti di opinione italiani…

  7. ragazzi, ho preso il testo da donzauker (come ho scritto), era per ridecci sopra.
    cero che può dire quello che vuole.
    e bravo furbo ad andare a dirlo a bologna dove sapeva per certo che non gli sarebbe stato steso un tappeto rosso, così ha avuto tutto il risalto che cercava, ifatti siamo qui a parlarne.

  8. l’ha detto anche a pesaro, dove ha avuto la medesima accoglienza, e ad ancona dove – mi raccontano autoctoni – la polizia ha perquisito chiunque avesse indosso qualcosa più del portafoglio prima di accedere alla via che portava al luogo della conferenza, compresi quindi gli orchestrali che andavano a suonare nel vicino teatro lirico.

    continuo a domandarmi se sia furbizia sua o idiozia altrui…

  9. “perchè altrimenti, propongo di sollevare il PIL italico, comprando tonnellate di pomodori da lanciare contro i vari politici e giornalisti di opinione italiani…”

    yetiste@

    se ti candidi e spingi questa proposta potrei seriamente valutare la possibilità di darti il voto. 🙂
    Nella sua paradossalità ha molto più senso di tutto quello che ha detto fino ad ora Ferrara.

  10. @davide rabbini: grazie della stima… ahahah!

    possiamo sempre creare la lobby dei “verduramarciari”… ahahahah!!!

Comments are closed.