Analisi della disfatta

La batosta è stata immensa.
Il PDL ha dato 9 punti di distacco al PD.

Ecco le mie schematiche e vacue considerazioni:

  • L’effetto Veltroni ha pesato pochissimo. Alla caduta del governo Prodi la distanza tra i due schieramenti era praticamente quella di oggi. Waltere ha già fatto il suo tempo.
  • La Lega vince in tutta Italia, stravince al Nord. Brutta notizia. Vince l’intolleranza e la chiusura. Si dimostra però che, per vincere, la lucidità del leader non è richiesta.
  • La sinistra-sinistra scompare dal parlamento. Brutta notizia per la democrazia. Bertinotti ha pagato l’entrata nel governo Prodi nonostante la contrarietà di buona parte della sua base. Ora sarà una resa dei conti col coltello tra i denti.
  • Fini assume la funzione di scendilietto di Silvio. Pur di esserci ha accettato di vivere nell’invisibilità. Vale assai meno di quanto gli italiani pensino.
  • L’UDC di Casini ha fatto un mezzo fiasco. Cuffaro però ce lo ritroveremo in parlamento. Serviva un referente. Per chi? Fate voi.
  • Ferrara ha preso un eloquente 0.3 %. Bene. Si dimostra ancora una volta che agli italiani di embrioni, fecondazioni e aborti non importa assolutamente niente. Questo non è un bene, ma è la realtà. Sarebbe bene che la politica se ne facesse una ragione. E che qualcuno lo spiegasse a Pannella e alla Binetti.
  • Il nano di Arcore trionfa ancora una volta. Piace. Amen.

Ecco.
Un grande, immenso, vaffanculo a tutti.
Anche a Beppe Grillo.

Luca

146 thoughts on “Analisi della disfatta”

  1. c’e’ aria di smobilitazione….aiaiaiaii

    satana è tornato sul suo trono….
    la democrazia ha perso…….

    i comunisti sono rimasti solo in cambogia…..
    l’italia si è rialzata!

  2. Filastrocca della bandiera,
    i briganti ce l’hanno nera,
    di briganti la gente è stanca,
    chi ce l’ha pura ce l’ha bianca.
    Gli americani ce l’hanno a stelle
    Ma due sono le più belle:
    una è quella degli italiani,
    il tricolore dei partigiani;
    l’altra invece è tutta rossa:
    avanti, Italia, alla riscossa.

    Gianni Rodari

  3. vi so rimaste solo le filastrocche…
    il finale però potrebbe essere (come recita una famosa canzoncina che gira in questi giorni)..
    presidente siamo con te
    meno male che silvio c’e’

  4. in queste situazioni mi rifugio in De Gregori:

    Tempo Reale

    Paese di terra terra di cani
    Paese di terra e di polvere
    Paese di pecore e pescecani
    E fuoco sotto la cenere
    Dentro le stanze del Potere l’Autorità
    va a tavola con l’anarchia
    Mentre il ritratto della Verità si sta squagliando
    e la vernice va via
    E il Pubblico spera che tutto ritorni com’era
    che sia solo un fatto di tecnologia
    E sotto gli occhi della Fraternità
    la Libertà con un chiodo tortura la Democrazia

    Paese di terra terra di fumo
    paese di figli di donne di strada
    E dove se rubi non muore nessuno
    E dove il crimine paga
    C’è un segno di gesso per terra
    e la gente che sta a guardare
    Qualcuno che accusa qualcuno
    Però lo ha visto solamente passare
    E nessuno ricorda la faccia del boia
    è un ricordo spiacevole
    E resta soltanto quel segno di gesso per terra
    Però non c’è nessun colpevole

    Paese di zucchero, terra di miele
    Paese di terra di acqua e di grano
    Paese di crescita in tempo reale
    E piani urbanistici sotto al vulcano
    Paese di ricchi e di esuberi
    e tasse pagate dai poveri
    E pane che cresce sugli alberi
    e macchine in fila nel sole
    Paese di banche, di treni di aerei di navi
    che esplodono
    Ancora in cerca d’autore
    Paese di uomini tutti d’un pezzo
    Che tutti hanno un prezzo
    e niente c’ha valore

    Paese di terra terra di sale
    e valle senza più lacrime
    Giardino d’Europa, stella e stivale
    Papaveri e vipere e papere
    dov’è finita la tua dolcezza famosa tanto tempo fa
    E’ chiusa a chiave dentro la tristezza
    dei buchi neri delle tue città
    Chissà se davvero esisteva una volta o se era una favola
    o se tornerà
    E però se potessi rinascere ancora
    Preferirei non rinascere qua

    aggiungo un vaffanculo a marco ferrante (con simpatia…)

  5. My2Cents:
    La lega è come la sinistra-sinistra, un partito di lotta: ha intercettato il voto degli operai e dei ceti popolari che sono esasperati e a cui piace credere che roma è ladrona (ed in parte è pure vero…) e che agli immigrati bisogna sparare “ad alzo zero”…
    quando andranno al governo e roma continuerà ad essere ladrona e agli immigrati nessuno gli sparerà (perchè checchè se ne dica, c’è un diritto internazionale), perderanno consenso e torneranno buoni buoni al loro 4%.
    L’italia ha scelto di credere ai miracoli, ed è una scelta che comunque va rispettata. Quando magari tra due anni tutti risparmieranno 200 euro di bollo auto e andranno in pensione a 68 anni, magari ci ripenseranno…

  6. ahhahahahah
    dema mi sa che se avesse vinto veltroni la canzone di de gregori sarebbe andata comunque bene…
    e caro diego io non ho vinto! il mio voto è andato a un partito che non ha superato il quorum…..
    però il motivetto del berlusca è orecchiabile.

  7. io credo che la lega abbia intercettato i voti di tutti quelli quelli che non sono contenti di vivere in uno stato di paura per colpa di chi viene da fori.il che non vuol dire non accettare l’extracomunitario.vuol dire benvenuto in italia ma se delinqui o sei clandestino te ne torni a casa tua.sono razzista? si può darsi ma questo paese è cambiato.ed è cambiato tanto da quando dall’est sono arrivate orde senza controllo.se poi vogliamo dire che gli italiani delinquono come gli stranieri parlatene con qualche amico che lavora in polizia o in questura se ce l’avete.

  8. “io credo che la lega abbia intercettato i voti di tutti quelli quelli che non sono contenti di vivere in uno stato di paura per colpa di chi viene da fori.il che non vuol dire non accettare l’extracomunitario.vuol dire benvenuto in italia ma se delinqui o sei clandestino te ne torni a casa tua.sono razzista? si può darsi ma questo paese è cambiato.ed è cambiato tanto da quando dall’est sono arrivate orde senza controllo.se poi vogliamo dire che gli italiani delinquono come gli stranieri parlatene con qualche amico che lavora in polizia o in questura se ce l’avete.”

    Populismo, come volevasi dimostrare.
    Dire che sta frase è populista non significa dire che non hai ragione (in tutto o in parte); significa semplicemente dire che siccome c’è un problema (a mio parere ingigantito, ma c’è) allora scelgo di votare chi mi dice che agli immigrati gli spara, anche se so già in partenza che tanto non lo potrà fare, al posto di scegliere chi si propone di trovare una soluzione al problema della criminalità organizzata proveniente dall’estero senza però dimenticare che di operai romeni che lavorano a 400 euro al mese son piene le fabbriche.

  9. mi pare che la lega non dica di sparare agli extracomunitari….sarebbe un briciolo anticostituzionale.e nemmeno lo dico io.ho detto chiaramente…benvenuti in italia ma SE delinqui e SE sei clandestino te ne torni a casa tua.populismo in questo caso ha fatto scopa con volontà del popolo.e la lega ha fatto il botto.

  10. Il populismo deve far breccia nel popolo, altrimenti non sarebbe tale. La politica dovrebbe, quando ci riesce, riuscire a volare a quote un po’ più alte.

  11. “mi pare che la lega non dica di sparare agli extracomunitari”
    Oddio calderoli ha detto di peggio quando era ministro..

    te dici “benvenuti in italia ma SE delinqui e SE sei clandestino te ne torni a casa tua”
    io dico “benvenuti in italia ma SE sei clandestino e lavori devi diventare cittadino, mentre SE delinqui vai in galera, non a casa tua da cui puoi riprorvare a rientrare in italia e continuare a delinquere”

  12. in galera???? ma chi va in galera??? al massimo ti mandano in un residence con vista sul mare ma solo se sei bravo a centrare 5 ragazzini.di certo una riforma del sistema giudiziario si può fare,le carceri potrebbero essere ammodernate,la certezza della pena sarebbe importante……ma per fare tutto ciò ci vogliono anni.e la gente vuole vivere tranquilla ora.
    p.s. i rumeni non sono clandestini.fanno parte di questa meraviglia che si chiama europa.

  13. mi piace molto l’analisi di diego guidi sulla lega…

    a mio avviso il pd e la sinistra arcobaleno hanno avuto il grande demerito di presentare candidati irraggiungibili.
    donne e uomini da copertina patinata, che appaiono subito lontani dalle paure e dai bisogni della gente.
    Da una parte i confindustriali, dall’altra gli intellettuali marxiani… spauracchi di un passato operaio i sopravvissuti della Tyssen: troppo ad hoc per essere veramente credibili.

  14. @ elisa mi ci puoi mandare per carità…la realtà non cambia.o forse il tuo amore per la democrazia si scontra con il democratico esito del voto dell’ 80% del paese?

  15. “in galera???? ma chi va in galera??? al massimo ti mandano in un residence con vista sul mare ma solo se sei bravo a centrare 5 ragazzini.”
    Riecco il populismo che ritorna…
    “di certo una riforma del sistema giudiziario si può fare,le carceri potrebbero essere ammodernate,la certezza della pena sarebbe importante……ma per fare tutto ciò ci vogliono anni.e la gente vuole vivere tranquilla ora.”
    Chiudendo le frontiere ed internando tutti gli extracomunitari? Poi la badante ai nostri vecchi o l’operaio nelle acciaierie lo vai a fare te?
    Ma dai marco, è proprio di quello che tu affermi ci vuole troppo tempo per fare che ci serve…

  16. @marco ferrante: sì sarebbe andata bene uguale la canzone, ma la “Libertà” che “con un chiodo tortura la Democrazia” fitta troppo meglio con Berlusconi & co.

    concordo anch’io con Diego Guidi sull’analisi sul successo della Lega; non concordo invece sul carcere per gli irregolari…gli irregolari non devono entrare/restare in Italia sennò che irregolari sono?!? poi sulle regole per diventare regolari c’è molto da discutere…

    io comunque sono d’accordo (sigh…) sull’alzare l’età pensionabile: siamo i primi ad andare in pensione in europa e presto non ce la faremo più a lavorare per mantenere i “vecchi”

  17. mi rendo conto di non riuscire a spiegarmi.non sto demonizzando gli extracomunitari.assolutamente.ce ne sono tantissimi che lavorano e pagano le tasse in italia ed è giusto che abbiano diritti e doveri di tutti gli altri cittadini italiani.io parlo di quelli che invece alle regole del paese che li ospita antepongono la legge della giungla.man on pensi che il cartello della lega con gli indiani possa aver avuto più effetto del pulmino di veltroni? cosa ti fa pensare questo? che siamo un popolo di santi poeti navigatori e razzisti?

  18. il cartello con gli indiani se ha avuto successo dimostra l’ignoranza degli italiani e basta: secondo te gli indiani hanno subito l'”immigrazione” o un genocidio?

  19. @dema so passati 60 anni dalla fine della guerra.forse quella che subiscono ora è l’immigrazione e non il genocidio.
    però quella dei nativi americani è fantastica….
    e poi avrebbero forse dovuto metterci le facce di tutte le tribù.così non hanno rispettato la par condicio indianorum

  20. @dema…scusa ho letto troppo velocemente il tuo messaggio.avevo preso il soggetto che come italiani e non come indiani.si gli indiani hanno subito assolutamente un genocidio.il cartello era provocatorio.ma ha avuto effetto.e continuo a credere che la paura a volte non fa rima con ignoranza

  21. i veri vincitori sono bossi e di pietro perchè sono stati gli unici a parlare chiaramente. può non piacere l’uno o l’altro, ma sono andati all’attacco.
    veltroni manco ha nominato l’avversario.
    berlusconi è bono a parlare solo di comunisti.
    per vincere si deve attaccare e solo in due hanno attaccato. per l’appunto quello che ha ottenuto di più è in coalizione col bassotto.

    L’analisi di Diego Guidi è a dir poco calzante.

    che la sinistra sia stata sconfitta è un male per la democrazia, ma almeno così saranno costretti a cambiare le persone.
    ma sapete che?! son proprio contenta abbia vinto il bassotto che scambia lo stivale con l’albero del proprio giardino, almeno l’italia fallisce e si può ricominciare da zero.

    @marco ferrante: per togliere la criminalità da strada devi prima togliere quella nei palazzi di potere.
    Come quando pulisci casa: prima scroccini bene bene, poi fai le finezze.

  22. @ per dema…vista la proprietà di linguaggio del mio ultimo messaggio faccio prima a dirtelo a voce…

  23. cara eleonora…il paese è già fallito…..o vogliamo ancora credere che si può fare peggio del sig.Prodi?
    i palazzi del potere sono pieni di gente che abbiamo eletto noi…

  24. penso che…la gente sia esasperata da sè stessa, da chi la governa e non sappia più a cosa credere. E’ più comodo guardare la tv, grande fratello, amici, beautiful (tutte cose che ben conosco) e sperare nel fatto che il presidente di una squadra di calcio compri questo o quel giocatore e, poi, magari dargli pure il voto.
    Sono riusciti a distrarci dai nostri veri problemi, con le canzoncine del partito e le loro belle facce.
    Non è un caso che in Italia le regioni in cui si vive meglio abbiano votato Vetroni. Sinceramente e senza voler offendere nessuno penso che in Italia ci siano tante persone di poca cultura..e tanta voglia di guardare solo ed esclusivamente al soldo…e al proprio orticello…Povero Bertinotti…il parlamento ha perso una bella possibilità di poter avere un confronto serio…canta canta, marco ferrante!!!

  25. economicamente forse Prodi e il suo scagnozzo TPS male male non hanno fatto, vedere il post dell’8 aprile sul blog voglioscendere di marco travaglio, con una analisi con dati reali dell’andamento dell’economia italiana

    http://voglioscendere.ilcannocchiale.it/?r=85820

    inoltre i 20mld (si ventimiliardi!!) di euro (si di euro non di lire!!) recuperati dalla lotta all’evasione fiscale con berlusconi saranno un ricordo, visto che lui ha incitato più volte a evadere…è qui che si gioca la partita anche, nella lungimiranza degli italiani che non vedono oltre la punta di un’appendice del proprio corpo che per decenza chiamerò “naso” e votano chi gli promette/permette di spendere SUBITO un soldo in meno senza pensare alle conseguenze sul futuro

  26. OT: stanotte ho sognato che il blog di lucacicca diventava il sesto nella classifica di wikio…non mi chiedete cosa ho mangiato ieri sera…

  27. che gli abbiamo eletti noi non ci salva dall’essere stati truffati, eleggiamo criminali e mafiosi da 30 anni, sarà ora di levarli dai coglioni?

    si si può fare peggio di prodi, ne ho già una prova (che calza anche con l’ignoranza cui sopra si riferisce giulia, ma non solo quella degli elettori):

    allora, Silvio, son atomi (nuclei atomici ad esser pignoloni), non cellule. i nuclei atomici sono 10.000.000-100.000.000 di volte più piccoli delle cellule (tanto per dirne una idiota, così capisci meglio).
    Nelle centrali nucleari si usa l’uranio e ti svelo due segreti:
    -ce ne è poco, quindi durerà poco.
    -costa un botto tirarlo fuori e renderlo utilizzabile.

    povero Prof. Fermi, deve essere in purgatorio; altrimenti avrebbe utilizzato il fulmine a sua disposizione.

  28. effettivamente la cultura non è di (centro)destra…è di di pietro.non canto io….carta canta.

  29. Alla mia nazione

    Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico
    ma nazione vivente, ma nazione europea:
    e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti,
    governanti impiegati di agrari, prefetti codini,
    avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi,
    funzionari liberali carogne come gli zii bigotti,
    una caserma, un seminario, una spiaggia libera, un casino!
    Milioni di piccoli borghesi come milioni di porci
    pascolano sospingendosi sotto gli illesi palazzotti,
    tra case coloniali scrostate ormai come chiese.
    Proprio perché tu sei esistita, ora non esisti,
    proprio perché fosti cosciente, sei incosciente.
    E solo perché sei cattolica, non puoi pensare
    che il tuo male è tutto male: colpa di ogni male.

    Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo.

    Pier Paolo Pasolini

  30. di pietro non parla un buon italiano, ma ha almeno la dignità di non parlare di cose che non conosce, come a volte anche il silvio che ammette di non conoscere il mezzo “internet”…

  31. @marco: mi univo al vaffanculo generalizzato del post di Luca, non verso di te personalmente. Io vi leggo, rispetto le opinioni altrui e non mi getto nella polemica, nonostante abbia il dente avvelenato, in primo luogo perché sono in ufficio e non mi posso permettere di infervorarmi.
    Sono di sinistra e dalla mia presa di coscienza politica non ne ho mai fatto mistero. Ogni volta prima di votare leggo i programmi elettorali, mi informo, ascolto. Vi ricordate il referendum del 1994 (mi sembra) dove si doveva votare per 14 questiti? Io mi sono portata un fogliettino in cabina dove mi ero segnata tutte le mie risposte. Non credo di essere brava, credo di avere la MIA coscienza e il MIO rispetto per la democrazia e per l’Italia. Non voto per protesta o per ‘sfavamento’ né tantomeno per rabbia: voto per quello in cui credo e che, mi auguro, possa fare il bene della gente.
    Oggi non mi sento di insultare nessuno, forse la mia è un’opinione da mamma o da tonta ma quello che mi viene da dire è che nonostante la fazione politica non sia la mia, mi auguro che riesca a fare un buon lavoro al Governo, stimolata/contrastata/aiutata da una opposizione saggia, non da fuffa.
    Ecco tutto.

  32. sto diventando il difensore del berlusca che peraltro non ho votato.vero dema a volte bisognerebbe non parlare di argomenti che non si conoscono (quello degli atomi per me è totalmente sconosciuto).di pietro non parla un buon italiano però sa di battuta.e onestamente chi fa (ha fatto) il suo mestiere un minimo di padronanza dovrebbe averla.

  33. per elisa: ok scusa se l’ho presa personale.quello che scrivi è inappuntabile.il bene del paese lo dovrebbero fare tutti.e se ci fosse un po’ di buona volontà ci potrebbe essere quel briciolo di collaborazione tra berlusca e walter necessaria a fare un po’ di riforme.vere.

  34. elisa: bellissimo intervento, che condivido in pieno pur avendo differente formazione culturale.

    sarebbe veramente bello vedere un’opposizione seria, ben fatta, che costringa il governo ad avere il senso del ridicolo. se si giungesse almeno a questo, penso, il PD otterrebbe un risultato egregio, e l’Italia potrebbe essere governicchiata.

  35. Gran bella discussione, complimenti. Il mio morale è molto basso e sono rimasto sconcertato da questa tirnata elettorale.

    Ne avete dette talmente tante che solleticano le mie riflessioni da non riuscirvi a stare dietro. Sono d’accordo con molte dette, ma ora mi sento solo di dire a Marco Ferrante che credo di averlo capito e che, per conto mio, non sei passato assolutamente da razzista e che le tue riflessioni, se pur un pò estreme, sono legittime.

    Infine mi sento di aggiungere che ora come ora mi affido alla speranza( tema molto ricorrente negli ultimi giorni)che il parlamento, oramai snellito dalle troppe “voci sorde”, riesca a fare riforme per il paese e per gli italiani tutti.

    Ammetto di rimpiangere Prodi, il quale è sempre riuscito a vincere, ma che non ha mai avuto alleati degni di tale nome. Alla sinistra squalificata dico: bravi bischeri…

    … E che Dio aiuti noi e chi ci governa, sempre e comunque

  36. @yetiste: vedo con piacere che nonostante le opinioni opposte, si riesce a parlare quando è il cervello a guidare le discussioni e non il culo (noblesse oblige, ma ci voleva). Lo stesso mi auguro avvenga al Governo e all’opposizione e che si possa essere al riparo dalle scene e dalle dichiarazioni penose che troppo spesso ci hanno accompagnato negli ultimi tempi. Nella mia idea “arcaica” di politica, il politico dovrebbe fare/agire nell’interesse di tutti e non per i suoi propri interessi, ma a volte credo di essere davvero un’illusa!

  37. Grazie Dema, in questi momenti difficli solo gli affetti mi possono tirar su!! 😉

  38. che bello..il veltrusconi…!!
    …non credo esisterà…e neppure so se sia il caso di augurarcelo…
    ..il berlusca ha troppi interessi personali in gioco..e il conflitto di interessi diventa un tema sempre più vivo..

  39. Consiglio Matteo Bordone

    “Ma a parte la determinazione ad andare a vivere all’estero, io dico riscopriamo l’ozio. Riprendiamoci quello sflanellare felici e fascinosi degli anni dell’opposizione. Andiamo ai festival estivi, fidanziamoci, troviamo nuovi passatempi, sfidanziamoci, scriviamo un libro, facciamo delle cose creative, sdraiamoci su un’amaca, insomma facciamo tutto. Anche niente.

  40. @ giulia.non credi che il conflitto di interessi sarebbe dovuto essere affrontato dal precedente governo?cosa ha fatto prodi contro tutte le ingiustizie berlusconiane? perdonami ma se berlusca fa le le leggi per sè e per il paese a me va bene.non se le fa solo per sè.per questo ritengo che una possibile collaborazione del pd potrebbe essere utile.

  41. @elisa: grazie del complimento. la tua idea di politica è uguale alla mia: per questo non ho votato il vincitore!…

    Che Dio ce la mandi buona…

  42. Faccio notare che mentre qui si parla di valori, di integrzione, di politica pulite, etc. Mediaset vola in borsa.

  43. “perdonami ma se berlusca fa le le leggi per sè e per il paese a me va bene.non se le fa solo per sè.”

    ..ma che fai ammetti in qualche modo che se le faccia anche per se?
    lui ..è l’unico esempio di indagato, poi imputato che si sente assolvere per “non doversi procedere” per essersi depenalizzato da solo un reato…ah..ah..ah…
    e poi vorresti la certezza della pena e carceri meglio organizzate e bla bla bla bla????
    …io vorrei essere certa di non essere presa per il culo..
    fai te…e poi va pure bene…se ti fa divertire parlare di di pietro che è uno dei pochi che ha le palle di dire le cose come stanno…parliamo della forma e non della sostanza..come al solito..
    scusa eh..

  44. prima cosa: io NON ho votato berlusconi.
    si fa le leggi ad personam e non va bene:ma non è un dittatore e al governo prima di ieri non c’era lui.su di pietro ho un’opinione un po’ diversa dalla tua.la rispetto però e vedo che tanti lo fanno visto che ha ottenuto un bel risultato.
    voglio leggi e provvedimenti che aiutino questo paese.se insieme a queste ce ne sono altre che aiutano anche lui mi turerò il naso.

  45. Ammettiamolo, la grande maggioranza degli italiani ha altre priorità rispetto alle mie e alle tue/nostre, non gliene può fregare di meno dei diritti e della democrazia. L’italia è un paese per lo più di destra che applaude l’entrata trionfale di un partito xenofobo. O ci rassegnamo o ce ne andiamo o combattiamo

  46. @lucyblade ecco bravo compagno.combattiamo dai.a morte la borghesia.a morte gli assassini nemici del popolo….forse meglio se te ne vai in cina.li si che c’e’ democrazia

  47. l’italia è un paese che tiene a non pagare l’ici e chi si troverà con pochi € di bollo in meno (\cite diego guidi). e poi si, è xenofoba (alla facciaccia dei valori cristiani).
    sono per il combattere, ma sto finendo le banane….

  48. @marco ferrante: guarda che per combattere non ci volgliono necessariemente le armi, gandhi è stato un grande combattente, al massimo usava la penna.
    ah già, vallo a spiegare a bossi!

  49. @dema ahahhaha si ma io non ho il riporto…..
    @eleonora ma perchè pensate che la democrazia sia solo a sinistra e non possa esserci anche con un governo diverso?perchè gli italiani sono ignoranti se votano berlusconi e dei saggi se votano veltroni.ma la democrazia che tanto invocate??

  50. scusa non ho capito: cosa cavolo centra di cosa possa essere il governo col combattere per un paese migliore?
    dove era l’essere di sinistra nella mia specifica? dove?
    preciso anche io: non ho votato ne veltroni, ne la sinistra.

  51. Ho una convinzione: non può esistere legge che accontenti tutti in pieno. Per stare tutti meglio, a volte bisogna stare anche tutti un pò peggio. Non credo che il fine giustifichi i mezzi e non credo che si possa fare leggi a proprio beneficio pensando anche di fare il bene altrui: ma mi posso benissimo sbagliare…

    … non lo pendo minimamente, è più forte di me…

  52. Tutti noi ce la prendiamo con la Storia
    ma io dico che la colpa è nostra
    è evidente che la gente è poco seria
    quando parla di sinistra o destra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.
    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    Fare il bagno nella vasca è di destra
    far la doccia invece è di sinistra
    un pacchetto di Marlboro è di destra
    di contrabbando è di sinistra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    Una bella minestrina è di destra
    il minestrone è sempre di sinistra
    quasi tutte le canzoni son di destra
    se annoiano son di sinistra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    Le scarpette da ginnastica o da tennis
    hanno ancora un gusto un po’ di destra
    ma portarle tutte sporche e un po’ slacciate
    è da scemi più che di sinistra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    I blue-jeans che sono un segno di sinistra
    con la giacca vanno verso destra
    il concerto nello stadio è di sinistra
    i prezzi sono un po’ di destra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    La patata per natura è di sinistra
    spappolata nel purè è di destra
    la pisciata in compagnia è di sinistra
    il cesso è sempre in fondo a destra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    La piscina bella azzurra e trasparente
    è evidente che sia un po’ di destra
    mentre i fiumi, tutti i laghi e anche il mare
    son di merda più che sinistra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    L’ideologia, l’ideologia
    malgrado tutto credo ancora che ci sia
    è la passione, l’ossessione della tua diversità
    che al momento dove è andata non si sa
    dove non si sa
    dove non si sa.

    Io direi che il culatello è di destra
    la mortadella è di sinistra
    se la cioccolata svizzera è di destra
    la Nutella è ancora di sinistra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    La tangente per natura è di destra
    col consenso di chi sta a sinistra
    non si sa se la fortuna sia di destra
    la sfiga è sempre di sinistra

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    Il saluto vigoroso a pugno chiuso
    è un antico gesto di sinistra
    quello un po’ degli anni ’20, un po’ romano
    è da stronzi oltre che di destra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    L’ideologia, l’ideologia
    malgrado tutto credo ancora che ci sia
    è il continuare ad affermare un pensiero e il suo perché
    con la scusa di un contrasto che non c’è
    se c’è chissà dov’è, se c’è chissà dov’è.

    Canticchiar con la chitarra è di sinistra
    con il karaoke è di destra
    i collant sono quasi sempre di sinistra
    il reggicalze è più che mai di destra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    La risposta delle masse è di sinistra
    con un lieve cedimento a destra
    son sicuro che il bastardo è di sinistra
    il figlio di puttana è a destra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    Una donna emancipata è di sinistra
    riservata è già un po’ più di destra
    ma un figone resta sempre un’attrazione
    che va bene per sinistra e destra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    Tutti noi ce la prendiamo con la Storia
    ma io dico che la colpa è nostra
    è evidente che la gente è poco seria
    quando parla di sinistra o destra.

    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.
    Ma cos’è la destra, cos’è la sinistra.

    Destra-sinistra
    destra-sinistra
    destra-sinistra
    destra-sinistra…
    Basta!

    Giorgio Gaber

  53. …siete troppo veloci, arrivo sempre 8 post dopo…

    Marco Ferrante: avrai infatto prefito che i voti del berlusca andassero alla Destra.

  54. @per eleonora hai citato bossi come esempio contrario alla capacità di combattere senza violenza.non credo che la lega sia un partito violento.xenofobo? secondo me non più dei comunisti italiani o della sinistra critica.posso tenere la mia opinione senza ferire nessuno? complimenti per la citazione di gaber.un uomo di valore.

  55. @renato ferrante: io tra un po’ ci dovrò fare i conti inevce col riporto…scusa il paragone con un personaggio così poco edificante, ma quando hai menzionato la cina (tra l’altro secondo me totalmente a sproposito…) mi hai troppo ricordato schifani quando in un dibattito ripeté centinaia di volte “…comunista comunista comunista comunista…” al suo interlocutore (che non ricordo chi fosse…)

    ti do una notizia: i comunisti in Italia sono spariti, da ormai 15 anni!! il rischio rosso non ci sfiora stai tranquillo

  56. Luca, entro stasera superreremo il numero dei commenti sul post di skype!! eh,eh,eh!!!

  57. cicca io ti adoro a prescindere.se anche tu fossi una bestia mitologica con la testa di diliberto e il corpo di ferrara io ti vorrei bene lo stesso.

  58. “non credo che la lega sia un partito violento.xenofobo? secondo me non più dei comunisti italiani o della sinistra critica…”
    Ma infatti se sinistra critica prendeva il 30% in Toscana non è che c’era fare i salti di gioia, anzi… te l’immagini la prima legge del nuovo governo: “abolizione della proprietà privata”… 🙁

  59. la canzone di gaber pare lunga perche i versi son brevissimi, si legge in meno di un minuto.
    scuse a chi ho infastidito

  60. @dema se i comunisti in italia non ci sono più perchè ci sono un partito della rifondazione comunista e i comunisti italiani?.la cina un po’ la conosco.ho a che farci ogni giorno.e conosco un po’ di cinesi che mi hanno spiegato quello che secondo loro è democrazia.

  61. cioè è un paese che vive in una condizione per cui l’imprenditore può rendere schiavi i suoi dipendenti.in cui nelle campagne le famiglie vendono i figli,in cui c’e’ il dazio per i prodotti che vengono da fuori ma loro possono invece vendere di tutto (bsta pagare il pizzo al porto di napoli e arriva tutto ciò che vuoi.non cito il tibet perchè li si tocca forse un argomento più spinoso.

  62. @marco ferrante: non ci sono più nonstante i nomi perché dopo la caduta del muro di berlino il PCI non aveva più senso di esistere e perché il proletariato da difendere in Italia non esiste più…il nome del partito conta poco, come dire che Storace non è fascista perché il suo partito non si chiama partito fascista…

  63. @marco ferrante: per finire sulla cina: che c’entrava con quello che ha detto lucyblade?

  64. @dema la cina era provocatoria.visto che la scelta era tra vivere in questo paese governato da un partito xenofobo o andarsene ho portato la cina come esempio di paese xenofobo.è vero quello che dici su storace.ma allora ti chiedo.se storace è fascista diliberto non è comunista?e poi credo che il proletariato da difendere in italia al giorno d’oggi si chiamino famiglie che faticano a tirare avanti

  65. diliberto ha nostalgia (tanto che voleva la salma di lenin in salotto!!) di volersi chiamare in un modo ormai antistorico e che fino a poco fa attirava ancora voti, ma comunista non può essere nessuno in italia oggi, non ha più senso. e poi alle famiglie ci pensa berlusconi che bisogno c’è dei comunisti?

  66. nel 2001-2006 non ha fatto niente per il bene comune…io posso partire senza nessun tipo di pregiudizio sul nostro premier già di suo pregiudicato, ma puoi permettermi di aver paura che continuerà a non fare niente per il bene comune?

  67. @Marco Ferrante:rilancio… e con gli attributi di Bossi, sarei proprio leggendario…

    Grzaie amico mio, contraccambio, da sempre, l’affetto!!!

  68. @ Diego Guidi: mi fa piacere che ti sia piaciuta la poesia di Pasolini, anche a me piace molto; mi sembra illuminante ed anche tristemente contingente. Ti consiglio La ballata delle madri, sempre sua.

  69. Mi sono persa a leggere tutti i commenti..che bella discussione che è venuta fuori.

    Chi canta con me?
    “…meno male che il Cicca c’è!”

    (cioè, sono una perdente ironica!)

  70. ho visto che la pensiamo in modo diverso.
    ma meno male che il cicca c’e’ la canto per davvero volentieri

  71. Che mi so’ sbagliato?

    Forse il Cicca di Marco Ferrante era Luca Cicca?

    Se sì, mi vergogno come una cane, ma l’affetto per Marco Ferrante rimane…

  72. no no era marco cicca.quello che domani segna il gol salvezza della nostra squadra

  73. Meno male, avevo capito bene…

    Se fosse davvero come dici, fo un giro di campo intero con te sulle spalle!!!

    PS: ma allora anche Elisa ineggaiva a me? Se sì, devi farmi capire chi Elisa sei,se ci conosciamo…

  74. @diego guidi, immaginavo che giocassi, ma un si sa mai, meglio ave’ paura che buscanne… 😉

  75. @yetiste: dovresti sapere da altri post più vecchi che il calcio non mi interessa più…in passato ero gobbo sì, ora vorrei trasformare tutti gli stadi in carciofaie e/o parcheggi; gesti come quello di maresca però mi fanno innamorare dello sport, perché riportano anche la serie A a livello amatoriale con sfottò e company…e poi sbaglio o tu sei interista?

  76. @Dema: è il mio peccato originale… però non sono di centrosinistra… ahahah (e fu così che Luca mi bannò definitivamente dal suo blog)

    @luca: stemperare i toni può risultare anche conveniente in certi casi… poi si riparte!

  77. è possibile tornare alla politica e lasciare perdere pagine amare come quella riguardante marescappa? luca ti prego fai il tuo dovere di gestore

  78. @cicca, MARCO cicca:
    a dire il vero inneggiavo cicca, LUCA cicca ma niente di personale, sia chiaro 😉
    come dicevo post fa a Luca, sono una coetanea concittadina ma questa grande città non ci ha mai fatto incrociare..

  79. Il tenutario del blog si ritiene soddisfatto della discussione, proficua e pacata.
    Abbiamo dimostrato di non meritarci il nano di arcore come presidente… 😉

  80. ecco torniamo a gandhi, noto comunista con falce e martello che mangiava bambini.
    vero marco ferrante?

    davvero non ho capito cosa abbia a che vedere il mio senso politico del combattere con la democrazia e chi può o non può governare per essere in tale ambito.
    faccio notare che è bossi che voleva imbracciare i fucili per la mancata ristampa delle schede, a ciò era riferita la battuta finale.

  81. giusto per dare nuovo vigore e superare il post di skype nel numero di commenti… avete notato quanti ex dc sono al parlamento ora?… ogni ulteriore commento mi pare inutile.

  82. @yetsite: l’unica nota stonata nel tuo post è la particella “ex”…l’Italia è e rimarrà un paese democristiano; l’unico a battere berluk per due volte su due è stato Prodi, democristiano; la prima repubblica non è mai finita

  83. interessante l’analisi sul corriere: adesso i massimalisti non sono nè di dx nè di sx ma sono la Lega e il partito di Di Pietro. Non è neanche andata così male: va via via sempre più definendosi un assetto bipolare. Un pò di politici resteranno a casa il chè è positivo. Peccato per l’UDC, speravo in un crollo. Se sesto San Giovanni, Quartoggiaro, Schio etc hanno votato la Lega anzichè la Sinistra Arcobaleno, un motivo ci dev’essere e non è certo colpa degli operai

  84. ammetto di non aver letto tutti e 120000 interventi. Ma a saltare.

    Non ho votato ok, non dovrei parlare.

    Faccio un analisi di quello che sento, da ignorante.

    Mi ritrovo con Berlusconi al governo che va a braccetto con Bossi. Ok. Speriamo che oltre a farsi le leggi per loro concludano qualcosa. Tanto o destra o sinistra, non e’ che le cose cambiavano.

    Mi ritrovo con Lombardo presidente della regione …

    Mi ritrovo Cuffaro che invece di essere in una prigione prepara le valigie perchè è stato eletto. Apposto. Vi lamentate per Berlusconi che al limite al limite, che avra’ fatto mai.. rubato, evaso le tasse, fatto tutti i suoi comodi impuniti. E ad uno implicato in vicende di mafia si da la possibilità di essere eletto. E lo eleggono, e passa in sordina come cosa.. ok lo hanno assolto.. bah!

    Mi resta da sapere chi è il presidente della provincia e il sindaco di Catania :).. peggio di così non può andare. I peggio sono già stati eletti 😀

    E mi dispiace sinceramente di non avere Bertinottino con noi. Aveva quell’aria da idealista disilluso di chi e’ dovuto andare a compromessi con la politica, quella faccia da schiaffi.. mi spiace insomma. Che la sinistra arcobaleno non sia rappresentata mi spiace. Ma lo vedo come un bene. Che capiscano che ogni scelta ha una conseguenza.

  85. >Che capiscano che ogni scelta ha una conseguenza.
    Ok ma quale è stata la scelta che hanno pagato?
    Essere un partito di lotta e di governo?
    Scendere in piazza per protestare contro leggi che il giorno dopo sono stati costretti a votare per non far cadere il governo prodi?
    Sinceramente, la sinistra aveva l’ultima possibilità di essere al governo con Prodi nel 2006, c’hanno provato e han pagato con l’estinzione.
    Se avessero fatto cadere il governo dopo 6 mesi forse avrebbero qualche posto in parlamento, ma il risultato (destra al governo) sarebbe stato lo stesso…
    IMHO: la sinistra, quella vera, in un paese come l’Italia che nonostantetutto è un paese in cui ancora c’è molto benessere, è di opposizione e marginale nell’elettorato.
    Del resto, se fate bene i conti è dal 94 che cmq l’italia vota a destra, e prodi ha governato la prima volta xchè bossi aveva litigato col suo amichetto, e la seconda volta senza maggioranza reale nel paese…

  86. @diego: mi immedesimo un secondo in un “puro”, uno di quelli (per intendersi, ovviamente è un’iperbole) che hanno il fucile oliato pronto per la rivoluzione in cantina. cavolo, mi girano un po’ a vedere il partito che mi rappresenta senza un vessillo che lo identifichi con la mia storia e il mio ideale… che voto a fare, io “cipputi”, un partito che si definisce “arcobaleno”… c’era una vecchia canzone di Cochi e Renato (cantata successivamente da Jannacci in “quelli che”) che diceva “ma te lo do l’arcobaleno… e quello che è caduto da dieci metri? e i figli? e i figli dei figli?” (citazione dotta e sbonconcellata perchè non ho trovato il testo originale e ho la cassetta a casa)…
    ecco, penso che questa sia la vera colpa del trio lescano della sinistra italiana.

  87. probabile squadra di governo

    Presidente del Consiglio : Silvio Berlusconi

    Ministro dell’Economia : Giulio Tremonti

    Ministro degli Interni : Frattini o Maroni o Scajola

    Ministro degli Esteri : Frattini o Berlusconi ad interim

    Ministro della Difesa : Ignazio La Russa

    Ministro della Giustizia : Giulia Bongiorno

    Ministro della Sanità : Stefania Prestigiacomo

    Ministro Infrastrutture/Lavori Pubblici/Agricoltura/Ambiente : Altero Matteoli

    Welfare : Maroni o Scajola

    Ministro dell’Istruzione e dell’Università: Roberto Formigoni

  88. @yetiste io non dico che non hai ragione, anzi capisco chi a sinistra-sinistra ha votato PD in funzione anti-berlusconiana o è stato a casa perchè deluso dal governo prodi.
    Dico solo che se nel 2008 in Italia vuoi fare la rivoluzione, beh preparati a farla da solo o con quei 4 brigatisti che ancora ci sono in giro…

  89. ma che ho scritto??? Bondi alla pubblica istruzione…che Iddio ce ne scampi e liberi comunque!!

  90. bisogna essere ottimisti: dopo la sparata in campagna elettorale sui libri di testo scolastici da riscrivere alla pubblica istruzione prevedevo Dell’Utri

  91. effettivamente è morta la democrazia con queste elezioni.peccato.già mi pregustavo franceschini a capo di una delle camere.invece mi toccherà rivederlo in piazza del campo a decantare quanto è mitico walterone nostro….

  92. noooooo bondi all’istruzione-univeristà nooooooo
    già me lo vedo: i nostri nipoti si ritroveranno le sue agghiaccianti pesie nelle antologie scolastiche,
    c’era un tempo in cui accanto a pascoli ungaretti e montale si mise de andré…..

  93. errata corrige: CI FU un tempo in cui accanto a pascoli ungaretti e montale si mise de andré

  94. Per Marco Ferrante.
    Marco vieni all´estero a sentire quello che le altre nazioni pensano del tuo Berlusconi, la veritá sta che la maggioranza degli italiani é disposta a vendersi il culo per una piccola promessa (vedi ICI prima casa) se avessero un pizzico di cervello e si facessero l´esame di coscienza arriverebbero anche loro a capire che se i comuni non percepirranno piú la tassa ICI per sopravvivere saranno costretti ad inserire una nuova tassa con il risultato che non ci sará nessuna differenza.La realtá é che la maggior parte degli italiani ha un comportamento da qualunquista.
    Berlusconi ha danneggiato ancor di piú la giá danneggiata immagine e la credibbilitá dell´Italia, il suo comportamento da pagliaccio di corte ha messo noi italiani residenti all´estero in una condizione di scherno.
    Sono dispiaciuto per gli italiani seri che sono ancora coerenti con le ideologie.
    Quante cose ha detto Berlusconi contro i comunisti? Caso strano peró che appena vinte le elezioni il primo a fargli visita é stato Putin!!!
    Marco abbi almeno il buon gusto di goderti la tua vittoria senza trascendere in affermazioni vergognose.
    Victor

  95. @Victor: Marco Ferrante ha già detto più volte, in questo post, di non aver vedotato Berlusconi…

  96. Non so cosa volgia dire “vedotato”, ma intendevo dire votato: scusate, colpa dell’ora!!!

  97. grazie cicca…ma qualcuno critica senza leggere prima.victor io rispetto quello che pensi per quanto rimango dell’idea che la considerazione che gli altri paesi hanno di noi non dipenda tanto dai politici quanto dagli italiani che all’estero risiedono e dai loro comportamenti.altrimenti dovrei pensare che gli italiani ce l’hanno coi rumeni e gli albanesi per colpa dei rispettivi primi ministri e le cose non stanno proprio così.poi solo per precisare…putin non mi pare proprio l’esempio più calzante di comunista.sembra piuttosto un oligarca ricco e capitalista.

  98. Caro Marco é qui che ti sbagli perché gli Italiani che risiedono all´estero sono un esempio di comportamento e molto produttivi.
    Il problema nasce proprio dal comportamento di certi politici che invece di essere come tali si comportano come pagliacci oppure come lo definiresti tu il segno delle corna, la mossa della mitragliatrice o il discorso meschino con le 10 domande e cosa ne dici dello sradicamento delle panchine comunali a Treviso in modo che nessun extracomunitario non le possa utilizzare? Questo fá si che chi non vede l´italia di buon occhio lo fá pesare a noi che siamo all´estero.
    I Rumeni e albanesi non si possono confrontare con noi italiani emigrati, é tutto un discorso diverso perché non non veniamo da una dittatura mentre loro si quindi impazienti di arrivare al benessere con i tempi dovuti e molto soggetti alla caduta nelle braccia della delinquenza, con questo non voglio dire che questi popoli sono tutti delinquenti anzi io capisco la loro situazione, non pensare che per questi popoli sia facile guadagnarsi il pane in altre nazioni, rileggi quello che scriveva Dante Alighieri su come sa di sale il pane altrui.
    Mi é anche chiaro che Putin non é un vero comunista ma bensi uno che si é nascosto dietro questa sigla come hanno fatto molti altri, vedi Stalin,Gaddafi,Saddam Hussein e tutti gli altri, il comunismo dovrebbe essere una ideologia pura che mette tutta la gente in condizione di fare una vita agiata anche se con il sudore del lavoro. L´ideologia del comunismo é stata distorta dagli esseri umani che chi piú e chi meno sono soggetti a aviditá, egoismo e corruzione.
    Ci tengo a precisare che gli italiani nel mondo si sono sempre fatti onore e portato un apporto molto pesante all´economia, la scienza e lo sviluppo nel paese dove hanno risieduto.
    Ciao e stammi bene
    Victor

Comments are closed.