Non ci sono più scuse

Non vi riassumo la storia della morte di Aldro, ne ho parlato già molte volte.

In questi giorni è in corso il processo contro i quattro agenti di polizia accusati di aver provocato la sua morte.

Vi invito a leggere l’articolo del Corriere, chissà perché unico quotidiano nazionale ad aver seguito con costanza il caso fin dall’inizio.

Mi auguro che il cambio di governo non faccia cambiare il clima intorno al processo.
Se non fosse stato infatti per l’interessamento di Bertinotti e del Ministro Amato, il processo probabilmente non ci sarebbe nemmeno mai stato.

Chi si fa beffe dell’uccisione di un ragazzo di 18 anni è bene che paghi per la sua colpa.
Perché quello che è successo ad Aldro potrebbe succedere domani a nostro figlio.

Luca

13 thoughts on “Non ci sono più scuse”

  1. esendo giudiziariamete ignorante, vorrei che qualcuno mi aiutasse a capire una cosa: se ho ben inteso i 4 poliziotti verrano processati per omicidio colposo (carcere da sei mesi a 5 anni). Ora, quattro persone che prendono (per quanti minuti?) a pugni calci manganellate una persona disarmata e immibilizzata mi pare dovrebbero essere processati almeno per preterintenzionale (10-18 anni di carcere). infine: essendo gli imputati pubblici ufficiali ci sono aggravanti?

  2. Sono ignorante in materia, non lo so.
    Preterintenzionale comunque no di sicuro; non credo che avessero programmato a mente fredda di ucciderlo.
    Aldro è morto, non per le botte, ma per arresto cardiaco, dovuto al fatto che è stato tenuto per minuti a faccia in giù con un ginocchio sulla schiena che gli ha impedito di respirare.

  3. preterintenzionale significa che le percosse/lesioni VOLONTARIE non erano provocate con lo specifico intento di causare la morte, ma sono andate “oltre l’intenzione” (da cui l’aggettivo) provocandola…mi pare che calzi con la vicenda

  4. credo che sia giusta la visione di dema e dell’ultimo commento di luca… anche se non escludo che un buon avvocato possa sostenere (anche se ahimè senza speranza) l’ipotesi di omicidio volontario (si suppone che tu ti accorga che chi stai torturando non respiri…).

    appro… che notizie si hanno più di spaccarotella?

  5. Per capire la situazione:
    i quattro agenti non sono stati mai nemmeno sospesi dal servizio, i loro colleghi intimidivano i testimoni.
    Se la mamma non avesse aperto un blog pubblicando la foto del figlio morto e se Amato non avesse spostato il questore, Aldro sarebbe stato dichiarato morto per overdose.
    Che li condannino per omicidio volontario è impossibile.

  6. o tempora o mores…

    spaccarotella è il poliziotto che ha sparato contro il tifoso laziale durante la rissa all’autogrill… per lui pende l’accusa di omicidio volontario, se non viene insabbiato tutto…

  7. se ha sparato ad altezza d’uomo colposo e` troppo poco, e si sa che le pallottole un fanno bene alla salute

Comments are closed.