La spazzatura italiana

Mi dispiace dirlo, ma credo che l’Unione Europea abbia ragione nel voler punire l’Italia per la gestione dei rifiuti in Campania.
Siamo un paese ridicolo, incapace persino di raccogliere e smaltire la spazzatura.
Tutti noi consumiamo molto, produciamo quantità enormi di rifiuti e poi non vogliamo le discariche.
Preferiamo accatastarle nelle strade e bruciarle direttamente lì.

Mi chiedo con quale faccia Bassolino riesca ancora ad occupare la sua poltrona.
Si dovrebbe vergognare, insieme a quanti non hanno fatto niente per togliere alla camorra la gestione dei rifiuti in Campania.

Qui non serve l’esercito, serve che chi di dovere vada a raccogliere la spazzatura e la porti nelle discariche.
Se alla gente sta bene, meglio così.
Se alla gente non sta bene, pazienza.
Viviamo in una società civile, in cui ognuno ha diritti e doveri.
Nessuno può avere il diritto di impedire la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti.
Le discariche non vanno bene dove sono?
Ok, cerchiamo soluzioni alternative, ma nel frattempo la spazzatura deve essere tolta dalle strade.

Un governo serio non può permettere questa situazione.
E alcune decine di manifestanti non possono sempre impedire che in Italia venga fatta qualsiasi cosa.

Luca

6 thoughts on “La spazzatura italiana”

  1. Beh, come non darti ragione. Però i problemi sono complessi, al di là delle ovvie responsabilità che tu stesso hai sottolineato. Io non riesco a biasimare che si ritrova discariche sempre più mastodontiche sotto casa solo perchè in dieci anni non si è riusciti a trovare soluzione alternative.
    Detto questo, è un gran casino.

  2. vero vero.in realtà il paese è in grado di raccogliere la spazzatura ma preferisce portarla in discariche gestite dala camorra che costano meno e richiedono zero requisiti di sicurezza.però che la campania pianga mi fa poco effetto.è la regione dove l’illegalità regna sovrana,dove,per restare al problema rifiuti,la raccolta differenziata è uno scherzo visto che la fanno in pochi e quei pochi sanno che tutti i rifiuti finiranno nello stesso calderone indistintamente.e la soluzione adottata è quella di incendiare i cassonetti e i sacchi per strada senza pensare che liberano diossine tossiche.poi se volete vi racconto delle scorie e dei rifiuti che arrivano al porto di napoli anche dalla cina (ah prato che luogo di scoperte e conoscenze….)

  3. spazzatura per le strade, spazzatura sotto casa. Io capisco chi protesta, perchè una discarica concepita in siffatta maniera mi rendo conto sia deleteria sia per chi abita li vicino sia a larga scala (inquinamento delle falde acquifere, e altre cosine interessanti), però non concepisco nemmeno la spazzatura bruciata nelle strade.
    Allora il governo intervenga in questa situazione obbligando a togliere questa spazzatura, ma intervenga anche per una politica di smaltimento rifiuti che sia seria.
    Lo sapete che a belluno da mia zia, è OBBLIGATORIO fare la raccolta differenziata? se butti la spazzatura tutta nell’indifferenziato sei passibile di multa, se dentro il sacchetto c’e’ qualcosa che possa ricondurre al tuo nome (chesso’ posta buttata per esempio) vengono e ti fanno la multa. E’ la prima volta che sento della raccolta differenziata obbligatoria, ma trovo la cosa interessante.

  4. elena il fatto è che i rifiuti raccolti dalle varie campane della raccolta differenziata vengono poi messi tutti insieme e portati nelle discriche abusive di cui sopra.
    l’italia è lunga mentre il deretano dei cittadini onesti è largo

Comments are closed.