Veltroni sceglie il pentapartito

Veltroni oggi ha scoperto le carte.
La sua adesione ad un sistema elettorale proporzionale sottintende quella che sarà la sua politica sulle alleanze.

Il Partito Democratico si presenterà alle elezioni da solo e, nel caso che riesca a trovare alleati, darà vita ad un maggioranza con Udeur, UDC e, chissà, magari anche con Forza Italia.
Insomma, torniamo ai magici anni del pentapartito.
Che gli italiani abbiano scelto con un referendum il sistema elettorale maggioritario è un dettaglio che non interessa a nessuno.
La politica si fa ancora una volta dall’alto.

Diciamola tutta, senza vergognarsi.
Il PD sarà la nuova DC.

E noi che temevamo Casini, Mastella, Berlusconi e l’idea del Grande Centro…
Il nemico lo avevamo in casa.

Luca

2 thoughts on “Veltroni sceglie il pentapartito”

  1. … mi pare che il PD dovesse, nelle intenzioni, contrapporsi a forza italia in un sistema di duopolio. Il problema è berlusconi che non ci sta a fare una riforma elettorale in questo senso. Spero che Veltroni con questa mossa riesca a fargli cambiare idea. Spero che tu non abbia ragione e che si tratti solo di una mossa politica. spero..

  2. La ricerca della convergenza su un sistema elettorale non è ancora sinonimo di ricerca di nuove alleanze politiche, ma come si suol dire, a pensar male…
    Piuttosto non sono d’accordo con l’equazione PD = DC.
    Io penso piuttosto che PD = sinistra Dc + PCI “figli di Berlinguer”. In altri termini il sogno di Aldo Moro…

Comments are closed.