Fauna fiorentina

Camminando lungo l’Arno potreste rimanere piacevolmente sorpresi nello scoprire il non indifferente numero di specie animali che ne popolano le rive.
Da una sommaria e breve analisi posso affermare con sicurezza di aver visto: gabbiani reali, cormorani, germani reali e probabilmente anche una garzetta.

Ho anche finalmente sfatato quella che mi era sempre sembrata una leggenda metropolitana e cioè che nelle acque dell’Arno si vedano nuotare ratti di incredibili dimensioni.
Sono nutrie.
Se esistessero ratti delle dimensioni delle nutrie che ho avvistato oggi, forse i fiorentini dovrebbero cominciare a preoccuparsi.

Luca

7 thoughts on “Fauna fiorentina”

  1. beh, non sono simpatici inquilini nemmeno le nutrie… se l’autorità del bacino dell’arno amasse i suoi argini, probabilmente cercherebbe di farle fuori, come sta facendo da tempo il WWF nella zona del po in provincia di cremona

  2. @D_Guidi: sono un uomo impegnato…
    @Yetiste: se pensi che sono animali sudamericani, scappati da un allevamento durante l’alluvione del ’66 e che da allora hanno praticamente invaso i nostri fiumi…

  3. così anche nel po… animali allevati nei pressi degli argini per fare pellicce (di rat musquiat???) e liberati da qualche deficiente animalista (non perchè non si deve smettere di allevare animali da pelliccia, ma per non avere pensato che sono specie infestanti…) che rosicchiano gli argini dal basso, creando pericolosi canali di sfogo dell’acqua, creando allagamenti nelle aree circostanti il fiume (oltre che riducendo la portata verso il mare…)

  4. a me il responsabile del WWF dell’oasi nei pressi di cremona raccontò che sul Po l’invasione avvenne per “merito” di animalisti, e non per colpa dell’alluvione del ’66.

Comments are closed.