E i romani si sono messi in piedi…

Sul sito di Forza Nuova è apparsa la dichiarazione del Segretario Nazionale Roberto Fiore avente come titolo: “Romani in piedi”.
Il comunicato termina con un invito:

Oggi a Roma è toccato ad una donna italiana, massacrata dopo essere stata violata in modo indicibile.
Forza Nuova aveva esplicitamente avvertito: ” GUAI A CHI TOCCA LE NOSTRE DONNE!”
Da oggi in poi i nostri militanti e tutti gli italiani sono moralmente autorizzati ad usare metodi che vadano al di là di semplici proteste per difendere i propri compatrioti.

Qualcuno ha pensato di seguire l’invito, prendendo a bastonate tre romeni nel parcheggio di un centro commerciale romano.

Tutto questo avviene nel giorno della scomparsa di Don Benzi, un prete che agli emarginati ha dedicato la sua vita e la sua opera.
La sua ultima dichiarazione pubblica aveva come oggetto proprio la questione dei romeni.
A me sembrano tra le poche parole sagge udite in questi giorni.

Luca

flickr interestingness
Foto Corriere.it

3 thoughts on “E i romani si sono messi in piedi…”

  1. Don Benzi era uno che diceva certe cose perchè le viveva sulla sua pelle. Era lui che andava per strada a salvare le ragazze sfruttate. Questo è lottare per la giustizia, non fare i girotondi o urlare vaffanculo nelle piazze, o farneticare sulla patria. Don Oreste, da lassù, aiutaci a usare la ragione e ad amare veramente il prossimo.

  2. La spedizione punitiva è una vergogna, così com’è una vergogna generalizzare il problema della micro-criminalità ai soli rumeni. Veltroni, comunque, è stato ascoltato alla grande dai suoi concittadini (penso più a lui che a Forza Nuova, perché il primo ha più responsabilità dei secondi). Non bisogna fare di tutta l’erba un fascio, come ho scritto recentemente. E poi si fa confusione con Rom e Rumeni…

  3. Non è di fare di tutta un erba un fascio che si tratta, loro sono venuti qui, nella nostra tera e stanno rovinando tutto…o forse l’hanno già fatto… cerchiamo di urlare basta! rimpatriamoli, e non metà o solo quelli senza permesso, ma tutti! e non facciamo in modo che in 5 anni diventino Italiani ITALIANI SI NASCE NON SI DIVENTA!

Comments are closed.