C'è grossa crisi

Sembra che Mastella stia per dimettersi.
A me sembra molto più probabile che chieda un rimpasto.
Non so voi, ma a me un governo schiavo di Mastella fa talmente pena che non vedo l’ora che finisca.

Sei pazzo! Non sai che così torna Berlusconi?

Almeno lui è disonesto reo confesso, questi fanno pure finta di essere innocenti.

Anche tu sei uno schiavo del qualunquismo. I politici non sono tutti uguali!

E’ vero, ci sono anche i meno peggio, ma nessuno ce l’ha fatta ad essere eletto in parlamento.

Ok, allora preparati a rivedere come ministri Castelli, Calderoli, Maroni, Pisanu e compagnia bella.

Continuo ad avere fede nell’indeterminabile. Magari decidono tutti di non ricandidarsi. Oppure se ne vanno tutti a vivere in un altro paese.

Ed il bene del paese? Preferisci lasciare l’Italia in mano a degli incompetenti, pure disonesti?

Mica posso pensare a tutto io.
Penserà a tutto Walter. O forse no.
Intanto vado a mangiare un panino al bar.

Luca

20 thoughts on “C'è grossa crisi”

  1. Non se ne esce. Se si va a votare oggi rivince il nano ma dopo 9 mesi di risfascia tutto. Se continua così la finanziaria rischia di essere un calvario penoso e il governo cade lo stesso. E anche se dovesse miracolosamente sopravvivere, un governo con questa maggioranza è continuamente in ostaggio delle due ali.
    Secondo me, con un gesto di responsabilità, Prodi deve dimettersi previo accordo di tutti su un governo tecnico che in un mese vara una nuova legge elettorale, garante Napolitano.

  2. Concordo pienamente con p Delprà. Andare a votare con l’attuale legge elettorale sarebbe irresponsabile, anche se la nostra classe politica ci ha abituato a (quasi) tutto voglio sperare che alla fine prevalga il buon senso.

  3. @p Delprà: anch’io concordo con te. Anche se non capisco quale maggioranza sarebbe in grado di approvare la finanziaria prima delle elezioni.

  4. “Almeno lui è disonesto reo confesso, questi fanno pure finta di essere innocenti.”

    Così luca mi metti in difficoltà: io ho sempre ammirato i realisti ed odiato gli ipocriti… così mi tocca votare pure a me lo psiconano…

    E se invece si convincesse grillo e tutti quanto ad un boicottaggio di massa? Se si arrivasse ad una percentale di votanti tipo il 45% (impossibile peraltro, con le tv mediaset a tambur battente la volta scorsa si arrivò all’83%) potrebbe cambiare qualcosa?

  5. “Secondo me, con un gesto di responsabilità, Prodi deve dimettersi previo accordo di tutti su un governo tecnico che in un mese vara una nuova legge elettorale, garante Napolitano.”

    Penso che sia una ipotesi plausibile, anche per la statura morale dell’uomo che (checchè se ne dica) è una persona responsabile.
    Solo che prima devono trovare un modo per far passare la finanziaria, perchè altrimenti si va in regime temporaneo o cose del genere, e mi sa che soccazzi…

  6. fa impressione come tutto il centro destra pur avendo ricevuto su un piatto d’argento la possibilità di un ulteriore affondo al governo si sia affrettato a difendere Mastella anzichè criticarlo… la dice lunga sulla moralità del centrodestra.

    io comunque mi sono proprio rotto… cada pure il governo, io voto (inutilmente) Di Pietro

  7. “cada pure il governo, io voto (inutilmente) Di Pietro”
    che è quelloche candida regolarmente la gente più schifosa (Di Gregorio docet…); se Di Pietro sparisse dalla politica e tornasse a coltivare le ostriche in giardino probabilmente ritornerei a credere in dio.

  8. Ah beh, è ovvio che se le cose dovessero andare come ho ipotizzato io, si va all’esercizio provvisorio, ovvero il bilancio di quest’anno diviso 12 fino a nuova finanziaria, che comunque verrebbe fatta da un governo (si spera) serio…

  9. luca, sento il dovere di darti una mano con il buon molisano…

    secondo me, nessuno vuole davvero le elezioni perchè non è così detto che berlusconi vinca le elezioni… l’unico a poterle volere è veltroni, che vive ancora della pubblicità per le primarie…

    non sono molto d’accordo (personalmente) con “prodi persona di responsabilità”… sarebbe un ottimo premier, come padoa schioppa sarebbe un ottimo ministro, se avesse la forza e il senso dello Stato dei (pochissimi) grandi statisti italiani… e invece è legato al particolare e aggrappato a una poltrona che otto anni fa gli è stata strappata in malo modo

  10. @yetiste: purtroppo ha ragione lei. Nessuno mollerà fino a che non si arriverà a qualcosa di veramente irreparabile (politicamente parlando…). Il mio era solo un auspicabile copione recitato da persone serie e con senso dello Stato…

  11. P Delprà: ogni tanto mi domando se non sia una razza in via d’estinzione… e la cosa mi lascia veramente amareggiato! (anche la tratta dei senatori è a dir poco vergognosa…)

  12. aggiungo alla considerazione di yetiste: andare adesso alle elezioni porterebbe ad un successo probabilmente netto di Berlusconi anche al Senato, diciamo con 30 senatori in più, e almeno altro 30 senatori dell’UDC: quindi la situazione sarebbe pari pari a quella attuale.
    Del resto lo psiconano fece questa legge elettorale per “difendersi” come perdente delle elezioni e rendere il paese ingovernabile, e in questo direi che ha avuto successo.

  13. L’unica alternativa seria “per il bene del paese” sarebbe che Prodi si dimettesse subito, che Napolitano incaricasse un governo istituzionale che fa la riforma elettorale e elezioni a primavera.

  14. FANTASTICO!!!! Siamo tutti d’accordo!

    P Delprà: sono d’accordissimo con te.

    Se prrso da un attacco di vilismo(si può dire) mi verrebbe da dire che preferisco rimanare con questo governo per paura che ritornino i “mostri”.

    Se invece, con razionale senzo civico, ci ragiono un pò credo che la soluzione del governo tecnico che prepari una legge elletorale degna, sia la soluzione migliore!!!

    Ma come dice il buon Lucacicca, la situazione è deprimente!

  15. Non è che alla fin fine siamo stati un po’ tutti contagiati dalla sintassi di Di Pietro e dalla eloquenza “paleoclassica” di Mastella?

Comments are closed.