Astri nascenti: Giorgia Meloni

GiorgiaMeloni

Vi sarà probabilmente capitato di osservare nei tediosi dibattiti televisivi una new entry.
E’ una ragazza piuttosto carina, occhioni azzurri, insomma una che si fa notare.

La ragazza in questione è Giorgia Meloni, deputato, presidente di Azione Giovani e nuovo astro nascente di Alleanza Nazionale.

La Meloni ha un difetto: parla.
E parla male.
E’ maleducata, saccente e pure un po’ burina.
Manca totalmente di rispetto nei confronti dei suoi interlocutori.
Si esprime come se fosse lei, si proprio lei, ad aver trovato la chiave di volta dei problemi dell’italietta.
In realtà dice cose populiste come nella migliore tradizione missina.

Insomma, prendi Storace, fallo donna, magari rendilo carino ed eccoti la Meloni.

Mi chiedo: veramente Alleanza Nazionale è messa così male?
Possibile che Fini non riesca a trovare persone più presentabili?
Ah già, ora c’è la Meloni.
Li mortacci!

Luca

Comunque, non sono l’unico a pensarla così. Su OneMoreBlog sono stati anche più cattivi di me.

59 thoughts on “Astri nascenti: Giorgia Meloni”

  1. mi dispiace, ma non esiste un programma di morphing in grado di ottenere storace a partire dalla Meloni o viceversa… storace è troppo brutto..

  2. una volta tanto devo condividere in pieno l’opinione di davide…

    devo anche dire che una volta forse ho visto la meloni a otto e mezzo (pochi minuti) e mi sono domandato da che parte fosse…

    purtroppo, caro luca, bisogna mettere le donne per soddisfare il “quoterosismo”, ma non tutti i partiti dispongono di persone intelligenti e degne di essere ascoltate (anche se magari di idee diverse dalle mie, come certo hai capito) come la Finocchiaro…

    esistono le Meloni, le Maiolo, le Palermi…

    e devi stare attento a parlarne male, perchè rischi che ti diano del razzista.

  3. non lo metto minimamente in dubbio: anche la mia, a lei e alle altre che ho indicato… ma su un altro blog che seguo c’è stata una diatriba pazzesca sulla Brambilla, che veniva definita dal titolare “carente di capacità di comunicazione politica”, perchè una giornalista in area tg5 definiva la sua una “discriminazione sessuale”. e non c’è stato verso di farle capire che la situazione era del tutto differente

  4. Sbagliate completamente su Giorgia…è una ragazza eccezionale che fa della militanza uno stile di vita, un modello per la nostra comunità e l’intera politica italiana.

  5. serve gente “presentabile”…”li mortacci”… ma scusa luca…candidati tu con an! co sto cognome (cicca)..chi non ti voterebbe…e fare spot sarebbe di una facilità estrema… “cicca licca!!!” “cicca ammicca”!!! “cicca ficca” “cicca ricca …se fa na…”!!! oppure usa il nome…luca chi?? lu ca…..!! o meglio “luCA ZZITTO”…. se nel nome c’è il destino di un uomo….poraccio!!!!
    invece di improvvisardi pseudo-critico della politica (come accade in Italia col calcio, soprattutto quando gioca la nazionale… nei bar troviamo 10 milioni di allenatori) non ti converrebbe andare alla anagrafe e cambiarti nome….?????
    però se parlare di queste stronzate ti aiuta a distogliere l’attenzione dal tuo dramma…fai pure luca…continua…ti comprendiamo!!!!

  6. allora sei perspicace… mica sarai del sismi o della polizia postale…spero di no, perchè se fosse così non sarebbe il caso che iniziassi a lavorare invece di rispondere a me???

  7. Probabilmente questa Silvia deve essere Amica della Giorgia Meloni, almeno a giudicare dal modo di fare.
    Il fatto di sentire trattare così mio fratello e il mio cognome mi fa ribollire un pò la testa, anche perchè Luca è persona molto diplomatica e che si fa voler bene da chi lo conosce e rispettare da chi generalmente frequenta questo blog.

    Comunque mi sto calmando velocemente, perchè la grossa figura di merda che Silvia s’è fatta è notevole. Complimenti a lei.

  8. meravigliosa! la diatriba che ho letto sopra tra luca e silvia è da manuale.mi sto sbellicando! e scusa cara silvia se pensi che luca perda il suo tempo nei suoi deliri internettiani puoi tranquillamente uscire e sceglierti altri blog.su giorgia meloni invece sono un po’ meno d’accordo.effettivamente è un po’ forte nel linguaggio e meno patinata delle donne starlette della destra.ma non mi pare una stupida.e se l’esempio di donna intelligente è la finocchiaro……w la meloni

  9. quello di sicuro.e si deve anche far crescere i baffi e tagliare i capelli come casini.
    il nick è un omaggio al o’rey della pelota

  10. La superficialità di questi commenti sconcerta….Non mi meraviglia che l’Italia sia gravata da anni da una insopportabile cappa di incapacità. Il problema vero, infatti, è rappresentato da quelli che lasciano questi commenti, perchè poi in cabina elettorale provocano danni anche maggiori, considerata la loro minuscola capacità di discernimento…Chi scrive ha il privilegio di conoscere Giorgia di persona: lo spessore umano oltre che politico di quella ragazza non ha eguali…Giorgia è una delle maggiori figure femminili che abbia mai avuto il piacere di incontrare sul mio cammino. Giorgia è una persona straordinaria.

  11. Giuseppe: solo per non confondermi o interpretare male il tuo post… A quali “quelli che lasciano questi commenti” ti riferisci?

  12. giuseppe: sono felice che mi abbia dato dell’idiota con la tua elegante e forbita prosa. purtroppo però ti va male, visto che sono (le rare volte che mi degno di votare) elettore della tua fazione (magari non del tuo partito)… quindi, seguendo senza troppi sillogismi il tuo pensiero, a fare disastri siamo almeno in due.

    se una persona ha uno spessore politico e umano meraviglioso, ma non lo dimostra quando la plebaglia come me la può ascoltare, beh… non è per forza colpa della superficialità degli altri. magari è anche un po’ colpa della sua incapacità comunicativa.

  13. Virtù non riluce in disadorno ammanto…Il buon Leopardi non si sbagliava! Se il problema dell’Italia fosse solo quello delle inflessioni dialettali marcate dei politici, basterebbero dei corsi di dizione obbligatori…Anzi: basterà continuare a mandare in Parlamento attrici e soubrette, che hanno corretto il loro accento in anni di onorata carriera di vallette! Che ne dite? Funziona meglio così? Perchè, non so se ve ne state rendendo conto: ma state condannando un’inflessione dialettale! Parliamo di contenuti! Vediamo chi è burino! Non certo Giorgia, che è una persona colta, intelligente, non volgare (come tanti pseudo-intellettuali radical-chic che vanno tanto di moda), e assolutamente gradevole. Caro yetiste, un elettore di coscienza non si ferma alle apparenze, ma valuta le idee…Ascolta bene, quando Giorgia parla…Ascoltala..

  14. Giuseppe. io ascolto… ma se l’altro non parla, o emette fonemi (cerca di capire che intendo), la sensazione che ho è che l’altro non ha nulla da dire.

  15. Fate una visita qui e perdete 10 minuti a guardare questa video intervista fatta alla Meloni da un’organizzazione sicuramente non di destra:
    http://www.diregiovani.tv/dettagliop.aspx?id=3658
    Io ci vedo una ragazza intelligente, preparata, che esprime concetti validi e lo fa con naturalezza e simpatia.
    Si sente che è romana? Ce ne faremo una ragione…
    Andrea
    Ps. ma perché quando leggo una critica alla Meloni, sul web, non trovo mai qualcuno capace di entrare nel merito della critica stessa, ma solo gente che si limita ad insulti più o meno espliciti, o a stronzate tipo “quella lì a casa sua non ha libri perché nella foto si vede un pezzetto di libreria semivuota”, oppure “ha la mini che costa 20mila euro e non è giusto perché io non me la posso permettere e ho pure la famiglia con i soldi”, o ancora “mi è proprio antipatica con quella voce roca…” ?

  16. vedi Luca, se tu scrivi che la Meloni non ti piace perché ha idee distanti dalle tue, è un conto. Ma se tu scrivi:
    “La Meloni ha un difetto: parla”… il fascistello sei tu.
    Se poi aggiungi:
    “E parla male.
    E’ maleducata, saccente e pure un po’ burina”… Dovresti quanto meno motivare. Nel video di cui ho postato l’url, la Meloni non parla male, non appare per niente saccente, anzi, risulta molto cordiale e semplice, e non ha nulla ma proprio nulla si burino.
    Inoltre, nel tuo post di apertura, aggiungi:
    “Manca totalmente di rispetto nei confronti dei suoi interlocutori.
    Si esprime come se fosse lei, si proprio lei, ad aver trovato la chiave di volta dei problemi dell’italietta.” … Veramente sei ti stai arrampicando sugli specchi.
    Come avrai potuto vedere, la Meloni non parla per dogmi. Esprime le sue idee in un italiano corretto, condito dall’inflessione dialettale romana (che per esempio a me fa simpatia, ma che anche se non mi piacesse risulterebbe un peccato proprio veniale), è tranquilla e gentile. Non manca di rispetto a nessuno, tanto meno al suo interlocutore, e via discorrendo.
    Tutto questo, non tanto per difendere la Meloni, quanto perché è pur vero che la classe politica italiana non vale molto, ma anche buona parte del “corpo elettorale” non sembra di gran qualità se tutte le critiche politiche che sa fare si risolvono in parole come “burina”.

    Andrea

  17. @andrea: scusami, ma può non piacermi Giorgia Meloni?
    Posso considerarla un po’ burina, saccente e prepotente?
    Che poi possa piacere, lo capisco.
    Ma concedimi di avere dei gusti personali… 🙂

  18. No, non puoi considerarla burina, saccente e prepotente se non si comporta come tale 🙂
    Puoi dire che non ti piace fisicamente, e qui siamo nel gusto personale che, per carità, nessuno può discutere. Puoi dire che ti danno fastidio o ti sono antipatiche le persone con accento romano, o dire che detesti chi non la pensa come te, o chi è di destra, ecc. ecc. Ma il tipo di giudizio che hai dato tu, fino al tuo post qui sopra, era espresso come una realtà provata, e non come un giudizio personale.
    Cmq, una volta chiarito che il tuo spirito critico non è dettato dai fatti, ma dal gusto, viene meno anche la mia polemica.
    Una preghiera, però… la prossima volta che ti capita la Meloni in tv, prova ad ascoltarla 10 minuti senza preconcetti perché vedi, secondo me, questa ragazza ha uno spirito “trasversale” veramente ammirevole in un panorama di omologati, parolai e ladri. Non è un caso che sia molto stimata anche da esponenti dell’estrema sinistra, come ad esempio Bertinotti. La Meloni, per dirne una, sulla questione del popolo Sarawi ha votato con Rifondazione, facendo rantolare parecchi esponenti di forza italia, che l’hanno duramente attaccata . Ha tenuto ad incontrare il Dalai Lama criticando apertamente l’atteggiamento di chi, in nome dell’affarismo più becero, non ha voluto fare altrettanto per paura delle possibili ritorsioni economiche dei cinesi. Si è espressa, sempre pubblicamente, contro yahoo reo di aver passato alle autorità cinesi i dati dei dissidenti che utilizzavano i suoi servizi, ecc… Insomma, parecchie battaglie che, al di là del suo schieramento politico, fanno di lei una persona libera nel pensiero e con il coraggio di esporsi. Non è poco per un a ragazza arrivata in parlamento a 28 anni solo grazie alla sua storia personale e non perché amante di qualcuno o “figlia” di qualcun altro. Magari sarà una tua avversaria, politicamente parlando… ma meglio un’avversaria così che un “amico” come Mastella 🙂
    Andrea

  19. @Andrea: ho espresso il mio giudizio sulla Meloni dopo averla vista ed ascoltata più volte. Ribadisco la mia opinione su di lei.
    Mi dispiace, ti dirò che mi piace se questo ti fa essere più sereno.
    Ecco, Giorgia Meloni mi piace proprio.
    Va bene?
    Dimmi cos’altro mi deve piacere e vedrò di accontentarti.

  20. tranquillo, Luca, non volevo farti prendere d’aceto 🙂 Ti garantisco che dormo tranquillo anche se a te non piace la Meloni, soprattutto dopo aver constatato che i tuoi giudizi sono comunque privi di riscontro oggettivo. E poi, lo spazio è tuo ed hai ragione di scriverci quello che ti pare, anche senza argomentazioni. ;P
    Cordialmente
    Andrea

  21. @andrea: sei snervante.
    Non ho la tua stessa opinione, non è vero che i miei giudizi sono privi di “riscontro oggettivo”.
    Ti ho detto, ridetto e riridetto che la Meloni l’ho sentita parlare molte volte.
    Comunque mi arrendo.
    Pensa quello che vuoi.
    Anzi pensa pure al mio posto.
    Dimmi cosa devo pensare della Meloni ed io ubbidirò.
    Meno male che tu sei oggettivo.

    Sei snervante…

  22. intanto si ventila la candidatura a sindaco di roma.

    se forza italia la accetta (e ho i miei dubbi per spirito di casta) potrebbe dare del filo da torcere al fido rutelli…

  23. Posto che non condivido quasi nulla di ciò che dice la Meloni (e la sua parte politica), però è veramente carina!!!!

  24. L’ho vista venerdì notte a Tetris.

    per l’ennesima volta, pur non sindacando sulla sua buona fede, continuo a vederla un po’ farraginosa. Purtroppo non regge ancora al confronto con Cirino Pomicino e Mughini… ma a mio avviso nemmeno con facci, che reputo decisamente un gradino sotto mughini…

    ovviamente parere personale.

  25. alé, ministro della repubblica (peraltro ennesimo ministero inutile)

    contento luca?

  26. E’ ormai uso mettere almeno una “ministro da copertina” inutile… lo scorso governo aveva la melandri, no?

  27. dovete saper fare uso della parola burina prina di nominarla, e dovete sapere a chi date questo appellativo, una ragazza che abita alla gerbatella è una romana e non burina, poi se non ti piace essi indifferente

  28. giusto per fare due risate… ho letto che travaglio – nel libro-intervista di sabelli fioretti – indica Giorgia Meloni come una delle poche persone di destra degne di tale nome…

  29. Io sono di sinistra ma onestamente penso che Giorgia Meloni sia una delle piu’ o meno venti persone PRESENTABILI che ci sono alla Camera Dei Deputati.
    Marco

  30. Hai mai preso in considerazione chi sei tu? O almeno, di come appari a chi ti legge?
    Sai, ho idea che tu sia burino, monotono, con un vocabolario ristretto ma, di contro, anche saccente e incapace di sostenere un contraddittorio.
    Inoltre, non so se sai parlare, ma sicuramente hai un difetto: provi a pensare, e non ci riesci.
    Ah, per quanto riguarda il populismo, poi, ci affanneremo tutti ad ascoltare Di Pietro. Lui sì che esprime concetti filosofici degni di Aristotele, e lo fa in un italiano perfetto, senza alcuna inflessione dialettale, mandando in visibilio le folle.
    Fai domanda per il suo staff, vi vedo bene insieme.

  31. Prego, ma per carità, noi non siamo permalosi! Solo critici preparati e super partes, che basano le loro esternazioni su profonde conoscenze, salde analisi socio-politiche ed esprimono, sulla scorta di tutto ciò, giudizi densi di contenuti e anche filosoficamente inattaccabili.
    Proprio come fai tu.

  32. Non ero “burino, monotono, con un vocabolario ristretto ma, di contro, anche saccente e incapace di sostenere un contraddittorio”?

  33. @Manni: Veramente avevi scritto “Sai, ho idea che tu sia burino, monotono….”.

    E poi anche se Luca fosse così, almeno ci mette nome e cognome, quando critica qualcosa o qualcuno.

    Non il soprannome.

    PS: Oh amici di Luca, lo devo difendere solo io il “Buono”!!!!

Comments are closed.