Un inutile e distruttivo aeroporto per Siena

Sono in molti a considerare inutile e dannoso il potenziamento dell’Aeroporto di Siena, tanto che si è formato il Comitato Contro l’Ampliamento dell’Aeroporto di Ampugnano di Siena.

I dubbi espressi dal comitato sono tutti prevalentemente ambientali.
L’attuale aeroporto è infatti posizionato in un’aerea molto importante dal punto di vita naturalistico e l’ampliamento andrebbe ad intaccarla in modo assolutamente devastante.
I centri abitati posizionati nei pressi dell’aeroporto subirebbero un decadimento notevole del loro ambiente con rischi per la loro salute.

Siena è storicamente una città isolata dal resto del mondo.
La ferrovia è vetusta ed i collegamenti con le grandi città sono difficoltosi.
L’autostrada non c’è e per raggiungere la più vicina ci vogliono almeno 30-35 minuti.

C’è un aeroporto, quello di Ampugnano, ma è piccolo e destinato soltanto a voli turistici.

Sono almeno 30 anni che parlano di ingrandire l’aeroporto di Siena e negli ultimi mesi se ne è tornato a parlare in modo deciso.
Sembra infatti che il Comune di Sovicille, il Monte dei Paschi di Siena ed il Fondo Galaxy siano molto interessati a far diventare quello di Ampugnano un “vero” aeroporto.

Il progetto prevederebbe di portare la lunghezza della pista da 1.300 a 2.200 m e di affiancarne una nuova di 4.000 m.
Quello di Ampugnano diventerebbe quindi uno scalo internazionale di grandi dimensioni.

In alcuni vociferano che dietro a questa operazione ci potrebbe essere la Ryanair che potrebbe abbandonare Ciampino, una delle tre basi operative italiane della compagnia “low cost” irlandese.

Sono in molti a considerare inutile e dannoso il potenziamento dell’Aeroporto di Siena, tanto che si è formato il Comitato Contro l’Ampliamento dell’Aeroporto di Ampugnano di Siena.

I dubbi espressi dal comitato sono tutti prevalentemente ambientali.
L’attuale aeroporto è infatti posizionato in un’aerea molto importante dal punto di vita naturalistico e l’ampliamento andrebbe ad intaccarla in modo assolutamente devastante.
I centri abitati posizionati nei pressi dell’aeroporto subirebbero un decadimento notevole del loro ambiente con rischi per la loro salute.

Non è chiaro in che modo poi l’aeroporto verrebbe collegato alle arterie di comunicazione, visto che attualmente non è raggiunto dalla ferrovia ed è collegato a Siena dalla SS73, assolutamente insufficiente per servire grandi volumi di traffico.

A qualunque persona dotata di buonsenso sembrerebbe evidente che sarebbe molto meglio potenziare l’aeroporto di Pisa ed i collegamenti con esso piuttosto che andare a costruire una cattedrale nel deserto.

Le amministrazioni pubbliche ed i grandi gruppi di potere purtroppo tengono sempre meno conto della qualità della vita dei cittadini e badano soprattutto al profitto.
Credo che i cittadini debbano essere informati sui grandi progetti che vanno a modificare l’ambiente ed il paesaggio in cui vivono.
E’ quello che stanno tentando di fare le persone che hanno istituito il Comitato Contro l’Ampliamento dell’Aeroporto di Ampugnano di Siena.

Anche Asor Rosa, che portò alla luce gli scempi edilizi a Monticchiello, ha criticato il progetto di ampliamento dell’aeroporto di Siena.

Ora aspettiamo notizie dai nostri amministratori.
E che siano notizie certe!

Luca

13 thoughts on “Un inutile e distruttivo aeroporto per Siena”

  1. Sottoscrivo quanto esposto sopra. Un ampliamento simile dell’aereoporto di Ampugnano stravolgerebbe il paesaggio e peggiorerebbe significativamente la qualità della vita di tutti gli abitanti di una larga area che hanno scelto di vivere in questa città isolata dal resto del mondo perchè offre comunque altri indiscutibili vantaggi che verrebbero meno con la realizzazione di questo aereoporto. Creare dei buoni collegamenti ferroviari (attualmente tragici) e viari (attualmente scarsi) con Firenze e Pisa sarebbe molto più sensato ed utile per Siena e dintorni.

  2. Ci sono tante persone che vivono in quelle zone non perché desiderino essere isolate dal resto del mondo, ma semplicemente perché è lì che sono nate ed è lì che hanno la loro casa.
    In Toscana non ci sono soltanti facoltosi personaggi in cerca di un lussuoso isolamento, ci sono anche i toscani… 🙂

  3. non siamo storicamente isolati nel mondo, anzi eravamo storicamente nati proprio lungo una delle principali vie di comunicazione del tempo, è che poi ci siamo rinchiusi dentro e tutto quello che è nuovo, aeroporto compreso, ci fa paura

  4. @piera: hai sostanzialmente ragione, ma la questione dell’aeroporto è diversa. A me sembra un’opera inutile, una cattedrale nel deserto della quale non si capisce l’utilità.

  5. Stadio, aereoporto, mega centri commerciali. Ma non è che qualcuno a Siena si è un po’ montato la testa?

  6. sorrido, visto che per arrivare a Siena dal paesello dei nonni vedo regolarmente la deviazione per san rocco a pilli – ampugnano… è un vicoletto, dove due camion del DHL si scontrerebbero…
    mi sembra assurdo che ryanair abbandoni ciampino, che comunque è una signora piazza per il centro-sud d’italia, per Siena, avendo un hub apprezzatissimo come Pisa…
    mi domando di chi siano i terreni su cui si dovrebbe creare la nuova pista: domani intanto mi informo con il “capo” che è atterrato varie volte su ampugnano (per capire se c’è effettivamente lo spazio necessario per far atterrare e partire un aereo, senza che vada a sbattere…)

  7. @p Delprà: credo proprio di si. Tanto paghiamo noi, direttamente o indirettamente.
    @yetiste: il problema è proprio quello. Ci sarebbe un piano per allungare la pista e forse per costruirne una ancora più lunga.
    Ne riparleremo.
    La settimana scorsa sul Sole 24 Ore è uscito un articolo su Ampugnano nel quale, tra le altre cose, si diceva così (cito testualmente):
    “Sul piatto ci sono 80 milioni di investimenti ed un numero di passeggeri tenuto volutamente ben al di sotto delle stime per non seminare il panico tra gli abitanti di Ampugnano”
    http://tinyurl.com/2rbpjt
    Se poi la gente si sente presa in giro forse non ha tutti i torti…

  8. fortunatamente la pista rimane di 1500 metri e viene solo ampliata l’aerostazione, il che in una pianura piena di capannoni indistriali non dovrebbe disturbare più di tanto. di fronte al bivio c’è pure una discarica…di quelle ricoperte a pratino con tanti fumaioli che spuntano…ah, una cosa bellissima, anzi ci sono affezionato, non voglio che me la deturpino…
    ah, dimenticavo i passeggeri saranno nel 2020 circa 550,000 all’anima del grande aeroporto…1/3 di firenze e 1/6 di pisa.
    sennò decidete anche come ci si deve vestire, perchè magari un piumino un po più sgargiante potrebbe rovinare le foto dei turisti o a qualche lord o giornalista o vignettista o professorone universitario e professionista che ha il villone vicino siena…ah se ci levate la benzina si può anche ricominciare a muoverci a cavallo, di quelli ce n’è in abbondanza…
    puzzano un pò, ma ci si arrangia… o sennò si va a cercare lavoro da altre parti, che qui non apre nessuno perchè siamo fuori dal mondo…eh? Forse è meglio, peccato però, l’abbiamo conservata così bene la nostra terra, e la lasciamo da godere a tutti tranne noi…

  9. Non ho mai letto così tante sciocchezze su ampugnano in vita mia. Io, che a siena ci vivo nella mia povertà, ho ben in mente i nomi di coloro che guidano la protesta, peraltro inefficace e inutile:facciamo un giochino, cominciamo a vedere i nomi di coloro che stanno al front-office della protesta e di coloro che vi stanno dietro; poi abbiniamoli a dei 740 e a delle immagini di ville. Vediamo che ne viene fuori…i poveracci!!! Già perchè i poveracci come me e la stragrande maggioranza di coloro che vivono a san rocco, sovicille e rosia in 10 voli giornalieri non vedono il disastro ambientale ( o il disturbo alle ville dei paperoni che vivono in zona) ma solo un’opportunità in più. E chissà per quale ragione d’altronde i partiti di centrodestra della zona stanno tutti cavalcando l’antiaeroporto…chissà!

  10. L’ampliamento dell’aeroporto di Ampugnano è una tale idiozia che non capisco come si posso provare a dimostrarne l’utilità senza vergognarsi.
    La crisi e le porcate fatte per privatizzarlo lo stanno per fortuna trasformando in uno dei tanti progetti che andranno a cadere nel vuoto.

  11. ma fammi il piacere!! una pista da 4000 m .. ci fanno atterrare gli aerei per i voli intercontinentali??

Comments are closed.