Mario Adinolfi forse sarà l'ariete de iMille

A causa del malfunzionamento del sito de iMille, non avevo capito una cosa fondamentale.
Mario Adinolfi non sarà il candidato de iMille.
Sarà il candidato di sé stesso.

A causa del malfunzionamento del sito de iMille, non avevo capito una cosa fondamentale.
Mario Adinolfi non sarà il candidato de iMille.
Sarà il candidato di sé stesso.
Forse iMille potrebbero decidere di sostenerlo.
O forse no.

Adinolfi, nel suo post di presentazione, avrebbe potuto chiarire meglio di essersi staccato da iMille.
Così tanto per evitare che la gente prendesse fischi per fiaschi.

Ed io sai che faccio?
Mando a cacare Mario Adinolfi ed iMille.
E dico a tutti che così non va.
Davvero.
E con simpatia.

Ci avete tagliato fuori.
Anche voi.

Luca

Nel caso in cui il sito de iMille non torni a funzionare, ecco il testo del post di Luca Sofri che spiega la separazione tra Adinolfi ed iMille:

Un punto delle cose per chiarire un po’ di confusione che circola sulla scelta del leader da sostenere. Le cose chiare sono due. La prima è che Mario Adinolfi, decidendo di non impegnare iMille, ha presentato la sua candidatura. Lo spiega qui, poco convinto dalle inclinazioni filoveltroniane di alcuni dei Mille, ma restando a disposizione del dibattito e di un modo di proseguire assieme.
La seconda cosa è che sia tra le persone che finora si sono occupate più attivamente dei Mille, sia tra i lettori di questo blog, il dibattito sul leader ha avuto un’accelerazione obbligata dalle scadenze. Le scelte a questo punto sono tre (e nessuna è stata presa: quello che si scrive qui è sbagliato, al momento), ma solo due obbligano a una scelta immediata.
Uno, presentare un nostro candidato. Tempi strettissimi, e soprattutto manca il nome giusto. Ivan Scalfarotto ha ricevuto molti inviti, ma ha deciso (saggiamente secondo chi scrive) che non fosse la scelta giusta. Altre idee efficaci, finora non ce ne sono.
Due, sostenere Mario Adinolfi. In teoria lo si potrà fare anche più avanti, ma la sua candidatura avrà bisogno di firme e impegno da subito. Quindi è una scelta che va fatta subito, per evntualmente aiutarlo.
Tre, sostenere Veltroni. Perché si crede in lui, perché è l’alternativa migliore, perché è l’unica scelta: le ragioni possono essere diverse. Ma questa è una decisione che si può anche non prendere subito. Veltroni sarà comunque candidato e la scadenza per decidere di sostenerlo è più lontana, anche se forse ha senso invece prendere rapidamente una decisione forte pure su questo.
Questo è lo stato delle cose, e la discussione in corso. Aperta e trasparente, come al solito.

2 thoughts on “Mario Adinolfi forse sarà l'ariete de iMille”

Comments are closed.