I Mille

L’idea è venuta a Luca Sofri ed è piuttosto semplice: pensare un altro Partito Democratico.
Magari in cui l’età media sia un po’ inferiore e nel quale non ci siano le solite facce.
La proposta di Luca Sofri è stata recepita da circa 1.000 persone.
I Mille appunto.

Il Comitato Centrale del Partito Democratico ha deciso le regole che definiranno la struttura e l’organigramma del nuovo partito.
Prodi era così entusiasta che non si è nemmeno addormentato durante le interviste ai TG.

Direte voi: “Ok, tutto è già scritto”.

No, perché c’è anche un altro Comitato Centrale.
L’idea è venuta a Luca Sofri ed è piuttosto semplice: pensare un altro Partito Democratico.
Magari in cui l’età media sia un po’ inferiore e nel quale non ci siano le solite facce.

La proposta di Luca Sofri è stata recepita da circa 1.000 persone.
I Mille appunto.

Sabato scorso a Roma c’è stato il primo incontro organizzativo.
L’idea è di riuscire a portare idee e persone fresche nella costituente del partito democratico.

Ho dato la disponibilità per dare una mano.
Ecco la lista, regione per regione, di coloro che si sono dichiarati disponibili.

Ci sono anch’io.
Mi butto in politica?
No.
Mi piacerebbe contribuire a buttare in politica qualcuno che lo meriterebbe.

Luca

8 thoughts on “I Mille”

  1. Sarà, ma io questo nuovo partito non lo vedo proprio di buon occhio. Forse per le persone che lo rappresentano, al governo e nelle varie regioni d’Italia.

  2. A parte questa spedizione dei 1000, quali sono le linee guida di questo partito democratico, per esempio su alcune questioni fondamentli come il lavoro, i salari, le pensioni, la laicità dello stato, la giustizia e l’ambiente?

    Vedo poca differenza con il centro-destra …

  3. in bocca al lupo dunque…

    ho notato qualche preoccupante omonimia, ma è solo una sensazione…

  4. Temo siano le stesse dell’Ulivo.

    Nel creare il programma di Governo Prodi, Ds e Margherita hanno lavorato rispettivamente al proprio programma. E le differenze tra i due erano davvero molte, su molti temi fondamentali.

Comments are closed.